Jump to content

Blendfeel produzione 2018


Recommended Posts

Altro Blendfeel che consiglio è L'Avana Raw, un sigaro cubano ben equilibrato, non dolce come il Piloto LT (che non mi è piaciuto per niente per quanto era "zuccherino") qui le note fumose sono ben presenti e nello svapo ricorda molto l'esperienza di fumo di un buon sigaro cubano.

Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, franzokun ha scritto:

@ConteRosso son semplicemente gusti. Io l'ho fatto al 10% e ho finito 60ml in meno di una settimana... ?

 

Mah!

a sto punto inizio a pensare d’aver cannato la base o di aver messo della nico scaduta

strano perche’ ho tutto nel freezer, però il negoziante mi ha detto che era buono, tu mi confermi la stessa cosa, può darsi abbia sbagliato qualcosa io

Anche perché i Latakia li svapo in tutte le sue molteplici forme, ma questo modern Latakia proprio era insvapabile 

10600.png

Link to post
Share on other sites

@franzokun

uso la campana piatta. Ma non ricordo se ho provato anche con la tonda!!!

Ma uso l’armed (a mio avviso un po’ più secco). Con il TAE (ho il 23) mi son ritrovato un tank molto simile al Reaper v2 (che adoro e che è uno degli atom che ho più usato in assoluto) per resa ma mi trovo molto più a mio agio con il grezzo e spartano (in tutti i sensi) tank inglese scopiazzato da progetti russi!

Il rose v3 mi piace molto... anche il Pico v2... ma quando devo smontare vari pezzi per accedere alla coil... finisco per imprighirmi ed usarli poco.

L’eagle ha lo stesso problema.

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, franzokun ha scritto:

@ConteRosso ti dico di più. Per me è il miglior Latakia mai provato.

Ma che cosa? Il modern latakia? De gustibus, non so che latakia tu abbia provato..e' proprio vero che lo svapo e' molto, troppo soggettivo...e meno male , aggiungo.

Scusa la domanda, su cosa l'avresti provato questo latakia? Magari ho sbagliato io a metterlo prima sullo speed, poi sul 900 con la jet, poi sul Menelaus ed infine sul Sat per capire cosa ci avessero messo dentro. Ovviamente tutti drippati, perche' dopo due tiri sembrava di svapare il fiele.

Probabilmente non hai mai provato un Laodicea..ecco, questo e' probabilmente il miglior latakia in circolazione IMHO

Edited by ConteRosso

10600.png

Link to post
Share on other sites

@ConteRosso ho provato Latakia LT, Latakia Azhad, Laodicea Vapor Cave, Scirocco TVGC, Latakia Raw di Blendfeel e molti altri ancora. Il Modern Latakia, anche se molto diverso da tutti questi, per me è il migliore. Ti ripeto son gusti. L'ho provato con 900, Millennium, Ataman V2, Vektor (non miei ma di amici). Fra i miei sistemi più o meno recenti l'ho provato su kayfun mini v3, Gus URS 2*0,8, Vapor Giant M5 e su DDP One a mesh.

Link to post
Share on other sites

@franzokun

ok, mi fido ma passo tranquillamente oltre 

sempre IMHO , il Laodicea ( che poi è lo Scirocco tvgc) è insuperabile, magari non all-day, ma se voglio un Latakia vero carico il Joker o il Menelaus a Laodicea 

Scolari è un affinatore di tabacchi insuperabile, e ne ho provati eh, anche perché svapo solo quelli

scusate l’ot, proseguite pure con i Blendfeel 

10600.png

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Pepper Farm aroma in cui il Kentucky appare protagonista principale di questa suggestione che si rafforza e completa con il Perique, il tutto arricchito di pepe nero. Ho scritto suggestione perché, avendolo provato su un Phenomenon Zest, mi è tornato in mente il Mito della Caverna e le ombre che vediamo dall'uscio. Le ombre dall'uscio sono quello che si legge come descrizione di questo magnifico e geniale aroma promettente già dal suo profumo; la realtà supera quel che si può immaginare. Stupita ho fatto un assaggio sul glorioso Ion senior dove la resa è stata sempre attendibile e corrispondente ai miei gusti, e l'incanto si è confermato.

In inspirazione si percepisce un Kentucky pulito, civile, accompagnato da un Perique contenuto, come due amici per strada inseguiti dal pepe ancora di là da raggiungerli. In espirazione il Kentucky si manifesta in aromi di terra e cuoio e il Perique esplode in note quasi di liquore che già sorprendono il palato prima del pepe nero ora pungente ora graffiante. Il capolavoro, secondo me, di un aromatiere geniale; un altro capolavoro dopo Irish Black.

:biggrin:

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ciao @Renata1 visto che da quel che ho potuto leggere abbiamo dei gusti simili non puoi non provare il Bodeguita. Aroma spettacolare, un binomio Rum-tabacco godereccio da paura.

Il bello è che è un aroma che parte con una punta zuccherina riconducibile al rum. Poi in un secondo momento si sente il tabacco Fronto uscire fuori timidamente con le sue note un po' terrose, nonostante sia un tabacco che secondo me lascia spazio soprattutto agli altri componenti dell'aroma (sia che siano tabacchi sia che siano aromatizzazioni). Ed infine il tabacco prende coraggio ed insieme al rum creano delle sensazioni quasi emozionanti. In questo aroma Tabacco e Rum veramente sembra che stiano ballando il tango, devi provarlo!!!

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Double Spicy Basma e Izmir scorza di arancia e birra doppio malto. Diluizione 1/10 maturazione di circa un mese, e una prima prova su TAE con campana tabacchi, la seconda su Kronos, coil da 0.30 da 2.5. Premesso che io non amo troppo Basma e Izmir, a causa delle mie speciali basi, qui non riesco a staccarmi da questo aroma. In inspirazione appaiono i tabacchi, in espirazione esplode l'aroma della birra e dell'arancia che non è quella della Fanta e nemmeno quella di Azhad: birra e arancia lasciano sul palato una percezione amara che sembra giocare con l'erbaceo e lo speziato dei tabacchi. Una nota merita come variando l'afflusso d'aria l'aroma, pur rimanendo quel che è, riveli sfumature inaspettate. Eccellente in basi ad alto VG. Come altri prima di me hanno anch'io ne sono colpita e lo ritengo un altro perfetto aroma di Blendfeel che se solo si lasciasse andare a meno inutile poesia nelle sue descrizioni spesso insufficienti a spiegare l'aroma, farebbe di più il suo interesse. Le nuove tecniche di comunicazione marketing si orientano verso messaggi dal contenuto non magnificante del prodotto quanto piuttosto di ciò che il target vorrebbe sapere. Uno svapatore non vuole sapere di velieri e Kentucky raccolto nelle notti di luna piena, ma di resa e di come far rendere meglio il prodotto. Rapporto diluizione-costo direi buono considerato che questo aroma si può diluire in percentuale dal 6 al 12.

:biggrin:

Edited by Renata1
Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...

Milano Questo aroma, premiato e in sé eccellente, per me ha un disequilibrio tendente all'aromatizzazione che il produttore descrive:  il gusto di un agrumato che inebria una miscela di tabacco Americano; affermare di aver identificato i tabacchi americani miscelati equivale giocare al lotto o fingere chissà quali competenze, cosa che non intendo fare. L'ho provato su diversi atomizzatori che ritenevo adatti a stemperare l'aromatizzazione dominante, mi sono fermata sul Dvarw v1 rigenerato con KA1 0.30 Ø 2 Ω 0.99. Liquido diuito 1/10 maturato circa 3 settimane. In inspirazione la bocca è investita da un vapore colmo di gusto tipo Campari, al quale si ispira, amaro come la celebre bevanda e dolce come essa - questa è la parte più spettacolare dell'aroma a mio giudizio - con quel gusto di agrumi, appunto. In espirazione lievissimo, come un guizzo, quasi un saltimbanco, ho percepito il tabacco che, ma chiunque ci sarebbe riuscito, ho potuto  riconoscere come Virginia benché non sappia dire di quale varietà, e altre sfumature di tabacco cui non saputo attribuire un nome.

Nonostante questo, come dicevo, eccellente e geniale a ogni svapata non perché riveli qualcosa di diverso ma perché di una creatività e fantasia sorprendente. Come dire? Finite le parole per un aroma da provare poiché non resta altro da fare per capire cos'è.

Rapporto diluizione-prezzo un pò più conveniente  della media dei tabacchi estratti naturali di questa categoria in quanto  il produttore consiglia fra 5 e 15%. 

:12_slight_smile:

 

Link to post
Share on other sites
  • 5 weeks later...

Kentucky Reserve :17_heart_eyes: tutti i kentucky del mondo! Di questo aroma ho già scritto nella sezione estratti ma per quanto mi riguarda ha una storiella indicativa della poca memoria e poco tempo. Finalmente, mi sono detta, provo questo famigerato Burley Reserve sullo Spica. Prendo il flacone, l'atom e tutto l'armamentario: provo il Burley, finalmente. Dunque rigenero con ss316L 0.25 Ø 2 Ω 0.99, aspiro...tutti i kentucky della Terra. Sempre solenne, potente, stabile in espirazione ed inspirazione, come se sbandierassero la bandiera Streapandstars e il Tricolore, eccellente in alto Vg.  Sporca all'inverosimile e affatica le papille, escluso svaparlo tutto il giorno alla diluizione 1/10, ma è assolutamente fedele: legnoso e secco  delle terre italiane eppure dal sentore grasso, colmo di sfumature nordamericane. Il mio è addizionato di Zero così quelle poche svapate dopo pranzo sono soddisfacenti e mi fanno cambiare categoria di liquido  nella certezza di aver assaporato un aroma che spazza via tanti dei mix di kentucky in commercio. Rapporto diluizione-prezzo dato il risultato direi più che conveniente.

:12_slight_smile:

Edited by Renata1
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Burley Reserve di cui la descrizione del produttore ci dice che è composto da tabacco proveniente da una rara coltivazione della Pennsylvania trattato con metodo dark fire  durante una lenta affumicatura. Diluito 1/10 in basi Blendfeel, maturato per circa un mese, addizionato di Zero BF. Provato su Spica rigenerato con 0.25 ss316l Ø 2 Ω 0.99. 

Ho sentito e letto decine di volte di questo Burley nello Spica e sebbene ami il Burley poco più del Virginia ossia quasi nulla ho voluto provarlo confidando nel talento aromatico dello Spica e degli aromatieri di Blendfeel  oltreché dell'opinione di chi mi ha suggerito di provarlo, così non sono stata delusa, almeno non del tutto. In inspirazione marcata ho percepito, come ovvio per altro, l'affumicatura che di un tabacco come il Burley non può fare un Kentucky ma offre sfumature di frutta secca arrostita, di legno fresco; ed in espirazione l'insieme aromatico si arricchisce di sfumature fienose, di frutta appassita come se da una paletta rotolasse sul banco di un panettiere fra noci e nocciole e si accorpasse al tabacco come se avesse ritrovato i suoi vecchi amici. Sul palato rimane una sfumatura di tabacco asciutto, dolce con modestia e discrezione. Accettabile in basi di sola VG. Rapporto diluizione prezzo nella media per questa fascia di aromi. 

:12_slight_smile:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
Posted (edited)

Modern Latakia in Sputnik KM rigenerato con ss316l 0.25 Ø 2 Ω 1.01. Aroma maturato 4 mesi con proporzione 1/10 in basi ad alto VG addizionato di Zero BF.

Scordatevi i Latakia come Laodicea ecc. Questo è un Latakia cattivo - a qualcuno parrà cattivo in un altro senso - spigoloso, amaro e affumicato, secco; mi ricorda gli estratti che avevo fatto tempo fa. Inspirando predomina l'amaro e l'affumicato; espirando un lampo di morbidezza sembra attraversare il vapore pieno e denso delle sfumature di cuoio e di legno mentre non rinnega quel che all'inizio della svapata aveva annunciato. Graditissimo e gradevolissimo nelle mie basi ad alto VG. Espirando dal naso addirittura il vapore diventa acre e fumoso coadiuvato anche dall'atomizzatore che ha una fluidità di tiro e una pienezza di resa notevole. Rapporto prezzo-diluizione nella media.

:12_slight_smile:

 

Edited by Renata1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Popular Contributors

  • Member Statistics

    • Total Members
      156
    • Most Online
      190

    Newest Member
    Pakolino
    Joined
  • LAST REVIEWS

  • Similar Content

    • By Il_Puma
      TOBACCO EXTRACT una nuova linea di estratti di tabacco di Cyber Flavour dalla purezza assoluta, studiata per Pod e sistemi a testine.

      Tabacchi organici puri, distillati e microfiltrati per una maggior durata delle tue coil.
      STRONG: Il sapore forte del Latakia e del Burley, mixato con il Perique per chiudere con decisione 
      MEDIUM: Tabacco kentucky aromatizzato da deciso cavendish, unito a calde e aromatiche note di habano blend decisamente maschili
      MILD: Squisito tabacco Virginia, sofisticato Burley e inebrianti note di oriental, per renderlo leggero e delicato
      (Aromi concentrati 12ml)
    • By Renata1 utente senior
      Salve
      Azhad non ha bisogno di presentazioni. Aromi singoli, misture, aromatizzati, tabacchi rari, scomposti, in collaborazione con altre aziende, è ampia la produzione che ha fatto la storia degli estratti di tabacco, nonostante l'avvento di altre marche altrettanto valide. Latakia nella varietà cipriota è, a mio giudizio, l'estrazione migliore di questo tabacco. Presenta le classiche note incensate, affumicate e dolci in un equilibrio perfetto dovuto all'alta qualità della materia e alla tecnica di estrazione. Sembra, in inspirazione, che tutte vengano chiamate in una sorta di appello ed in espirazione si liberino. Kentucky l'aroma è pieno, fumoso, legnoso e nel contempo delicato ma non nel senso di insipido. Uno dei pochi che apprezzo fuori dalle misture. Etrusco mix di kentucky toscano e radice di genziana è l'aroma che ho sempre desiderato per le mie basi di sola VG: legnoso, secco e amaro, sempre, sia in espirazione che inspirazione. Con una appena percebile dose di latakia speziato e affumicato l'arome raggiunge, per i miei gusti, la perfezione. Umami puah! Sarà poco serio descrivere così ma sintetizza cosa penso di questo aroma; in ogni modo un latakia in primo piano accoglie il sentore marino, per usare un eufemismo, salato, arrostito dell'alga usata per rendergli una sfumatura direi unica nel panorama degli aromi, con infine il compito di ammorbidire il tutto affidato al Burley. Forse a causa del solo VG nelle mie basi, l'aroma è stato intollerabile per me. Provata la correzione con liquirizia, l'alga se n'è bellamente infischiata ed emergeva su tutto, persino sul latakia. RY4 un acquisto dettato dalla pura curiosità di come Azhad avrebbe sviluppato questo celebre mix generalmente in versione sintetica. Non male direi, anche in sola VG. Black Cavendish che incontra la liquirizia con ancora il caramello e la vaniglia. In inspirazione si avverte limpido il black cavendish e la vaniglia, mentre in espirazione è possibile identificare anche la liquirizia, tuttavia nell'aroma emergono soprattutto black cavendish, il che è un bene, e liquirizia così il blend lo si può dire ben orientato alla componente tabaccosa. Sobranie una miscela balcanica nella versione Azhad, un 759 dice la descrizione, comunque sia un'equilibrata espressione di tabacchi e spezie, stabile sia in inspirazione che espirazione, adatta a basi di solo VG. Latakia e Orientali sono equilibrati nelle percezioni che si hanno. L'aroma è pulito da un eccesso di dolcezza. East Orange anche questa una curiosità perché la presenza di Izmir mi faceva temere per il risultato con solo VG. E invece sono stata smentita. L'arancia che ne costituisce l'aromatizzazione non è quella tipo Fanta, bensì un'arancia amara messa in equilibrio dalle sfumature speziate, dolci ma non stucchevoli del tabacco. Black Latakia della linea Black in Black. Il Latakia: assoluto, forte, imponente, amaro, affumicato e fumoso; se cercate un Latakia diverso da come l'ho descritto, questo aroma non fa per voi. Ottenuto da 4 varietà di Latakia, lo adoro. Una piccola nota su questo prodotto che si presenta in chubby con 20ml di concentrato in PG: ahi! Se dovete controllare il PG, vi sconsiglio di usarlo; se invece dovete usarlo a bassi dosi, allora versandolo in un altro contenitore e aggiungendo la vostra base di acqua e VG potreste farcela a tollerarlo. Io sono riuscita, data l'intensità dell'aroma ad arrivare a 80ml; ma è un azzardo che vi consiglio di tentare solo se sicuri dato il costo dell'aroma.
    • By Renata1 utente senior
      Mi posso pronunciare solo sulla linea Air, perché l’altra il cui acquisto non segue i canali consueti della vendita online, non ho mai avuto modo di provarla; troppe complicazioni per i miei gusti. Spero che chi invece ne abbia esperienza, voglia integrare il questi appunti con le sue opinioni. Con Vapor Cave e Azhad è cominciata la mia avventura con gli aromi organici, e quindi è più che possibile per una sorta di nostalgia, ciò traspaia da ciò che scriverò. E con Syrian Soul è sbocciata la mia passione per il Latakia che qui è presente in quattro varietà di cui io riesco a dare il nome solo a due considerate le mie lacune sulla conoscenza dei tabacchi e delle loro varietà. L’aroma, anzi tutti gli aromi VC, si distinguono per l’indifferibile necessità di una lunga maturazione che è ottimale dopo 9 nove mesi e oltre, e appena accettabile dopo 3 mesi; regole temporali che fanno sempre esclamare gli altri miei amici vaper. Ma è così: questi aromi sembrano seguire la vita di un essere umano, pare quindi che troppo giovani ancora debbano imparare chi sono, maturando un po’ acquistino coraggio di mostrarsi e nel pieno della maturità non abbiano più insicurezze su chi sono e cosa sanno fare e, senza arroganza, ma quasi compiaciuti manifestino le loro qualità. Questo aroma all’inizio sembra essere tutti e nessuno dei quattro Latakia ed esprimono solo una nota petrolata, fastidiosa anche per me che adoro il Latakia. Con passare del tempo l’aroma si svolge come un nastro nel vapore espirato, soprattutto dal naso. Maturo, come se fossero un coro, alcune note sembrano accompagnare il timbro potente dei due Latakia che riesco a riconoscere. Indicato sì in basi di sola VG perché una venatura dolce che pure c’è, si lascia trasportare da tutti gli altri sentori d’Oriente, di capanne piene di fumo, di campi di tabacco spazzati dal vento caldo. Insuperabile. Eastwood la mia preferita: Kentucky con Brenta e Latakia Siriano: cosa volere di più? Molto poco da dire: la più analogica, fumosa, terrosa e forte. Più che accettabile in solo VG. Kent Kentucky canadese della categoria fire cured ovvero seccato con il fumo di legna scelta per donargli un aroma particolare e un colore molto scuro; qui è miscelato a Burley Rosso, che appartiene alla categoria air cured ovvero seccati all’aria aperta al riparo dal sole, non riesce nonostante la secchezza intrinseca al tabacco a stemperare una certa dolcezza dell’aroma. Nessun sentore legnoso del tipo  Kentucky italiano. Si salva in basi di sola VG solo per la principale presenza del Canadese che si porta con sé note amare di cuoio, altrimenti come l’aroma Burley sarebbe improponibile. Burley  cui l’aromatiere  ha spento buona parte della secchezza, facendone un aroma tendente al dolce, quasi cremoso, leggero. Personalmente lo trovo stancante, e non sono capace di risolvere questa sensazione di noia né cambiando atom, né rigenerazione o altro. Spirit miscela inglese fumosa e molto equilibrata sulle componenti di virginia, latakia e burley: ci sta nella basi di sola VG decisamente bene. Rem miscela di tabacchi scuri orientali che si distinguono per la secchezza dell’aroma, è infatti una miscela fumosa, in espirazione molto simile alla sigaretta. Perfetta anche in basi di solo VG. Rory miscela di quattro tipi di Virginia che riconoscere tutti per me rimane un mistero glorioso, comunque sia una nota pericata spegne la dolcezza pur elegante di questo aroma che consigliare in basi di sola VG è un azzardo. Più giusto è dire: provate. Sultan un aroma complesso, un’opera d’arte dell’aromatiere che ha miscelato gusti e percezioni da tabacchi orientali a un che, quasi nulla, di vaniglia che potrebbe piacervi in basi di sola VG. Personalmente, l’ho svapato fino alla fine del flacone, per principio, ma mai più acquistato; però l’aroma in basi standard deve essere spettacolare. Virgin Queen per i miei gusti e le mie preferenze un acquisto sbagliato, tuttavia l’aroma merita attenzione. 4 varietà di Virginia per 4 espressioni altissime delle caratteristiche erbose e dolci del Virginia. In basi di sola VG lo sconsiglio almeno che non siate appassionati di Virginia; in basi standard e amando il Virginia, l’aroma è notevole.
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.