Jump to content
Lara

Svapo-riflessione

Recommended Posts

16 ore fa, Dodi75 ha scritto:

Guarda, non sei l'unica ad avere una dipendenza da e-cig. Presumo che ciò che ci leghi a questo pseudo dipendenza, non sia la nicotina, ma la gestualità, così come accade anche in parte con le sigarette.

A me capita di non poter svapare, ciò che noto è proprio il desiderio di maneggiare la mod, anche se non ho una necessità impellente di svapare.

Secondo me in parte la e-cig ci aiuta a smaltire parte dello stress.

Quoto in toto 😉 scientificamente provato che nelle bionde una parte della dipendenza è psicogena e legata allo stress, per lo svapo non cambia nulla 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 ore fa, Lara ha scritto:

Voi cosa ne pensate, mi sto facendo delle pippe mentali

Direi che una riflessione personale su un vizio è paragonabile a qualunque altra riflessione introspettiva, alla fine puoi considerarle tutte pippe mentali, o nessuna, credo sia più importante l'averla che come definirla, e può anche darsi che se la stai avendo questa riflessione, forse così in pace con la decisione di continuare a tempo indeterminato non sei.

Purtroppo un consiglio "vero" nessuno potrà mai dartelo, ma dal tuo post traspare una certa consapevolezza che per me è fondamentale, sia semplicemente che ci sia, sia come componente per giungere ad una decisione ben ponderata, qualunque essa sia (anche il semplice rimandarla).

Concordo con @Cosimo2019 quando dice che si tratta di una discussione molto interessante, probabilmente porterà molti ad avere le stesse riflessioni, e credo potrebbe svilupparsi in mille direzioni diverse, sarà interessante anche vedere quale strada prenderà.

Per cercare di rispondere alla tua domanda finale "pensate mai se continuare, smettere o non ci avete proprio mai pensato?"

In parte mi ritrovo nel primo post di @Ste_Lav_ per quanto concerne l'apprezzamento dei tabacchi nel periodo pre-svapo, cosa che mi sono portato dietro nel passaggio al vapore, ma mi ritrovo molto anche in ciò che dice @Masked, rollare una sigaretta dopo pranzo in attesa del suono della moka che ti avverte che il tuo caffè è quasi pronto per me era una sorta di rituale, ma "rollare" una coil non ha preso quel posto, al contrario, salvo poche eccezioni, per lo più per me rigenerare è una rottura.

Ho preso un giro un po' alla larga, ma quel che voglio dire è che c'erano molte cose legate al fumo che mi piacevano, ma anche la consapevolezza di star facendo una cavolata (sostituite pure nella vostra mente col termine che sarebbe stato censurato, rende molto di più), e la consapevolezza che molte di queste cose "romanzate" cui accennavate anche voi come il braciere, magari al buio, o le piroette della colonna di fumo che sale dal braciere, mentre passa nel fascio di luce che illumina la camera in penombra, alla fine non contano niente, non contavano prima che iniziassi a fumare, non avrebbero contato neanche durante se non gli avessi dato importanza io, non hanno mai contato per chi non ha mai iniziato, e quindi non valeva la pena di vivere peggio e di meno per questo. Quindi ho deciso che avrei smesso (o meglio, come immagino molti, non avevo mai nemmeno deciso di voler fumare per sempre, dovevo solo decidere quando smettere), e dovendo fissare una data:"quando mi laureerò". Il motivo esatto di questa scelta non lo so, aveva un che di romantico (e chiudeva bene un cerchio, ho iniziato a fumare "davvero" una volta iscritto all'università), e anche se abbastanza distante, mi ero effettivamente tolto di dosso il peso di dover prendere questa decisione.

Poi è passato qualche mese, per vari motivi la data della laurea è dovuta slittare, e nel mentre un mio amico aveva iniziato a svapare. Così mi sono detto "Proviamo e vediamo come va, dovrebbe anche far meno male", e quasi per caso mi sono trovato a svapare, per un paio di settimane sono stato utilizzatore duale (avevo preso da poco un pacco di tabacco, che fai, lo butti?), terminato il tabacco, per quanto stessi soffrendo immerso in liquidi al sapore di candeggina (tabaccosi sintetici), ho deciso che non ne avrei comprato altro, che in quel momento avrei smesso di fumare tabacchi(o sigarette o simili), e avrei sostituito con la sigaretta elettronica in attesa della fatidica data.

Ora il proposito è stato mantenuto (anche perché col tempo il mio svapo si è evoluto, con la scoperta dei rigenerabili e dei tabaccosi organici, senza magari avrei smesso prima 😀), come dicevo nella presentazione svapo ormai da oltre un anno, e una cosa che mi ha colpito poco dopo aver effettuato il passaggio, e a cui ho ripensato proprio leggendo questo topic, è come a molte delle cose che pensavo mi sarebbero mancate di più del fumo, ho in realtà già rinunciato passando all'ecig. É questo il motivo per cui prima ho scritto dei "rituali", dei particolari momenti romanzati, ripensandoci è un anno che non ne "godo" più, ma non è un qualcosa di pesante, un rituale si sostituisce con un altro, un momento d'estasi particolare con un altro, se proprio vi piace la colonnina di fumo, accendete un bastoncino d'incenso etc.

Quindi vengo al punto:"avrei sostituito con la sigaretta elettronica in attesa della fatidica data", cioè avevo deciso quando smettere da prima di iniziare a svapare, e ho intenzione di rispettare quella decisione anche ora che è già da un po' che non accendo sigarette. Per me l'ecig non è stato altro che un sostituto che poteva diminuire il danno nel mentre, personalmente non ho mai visto fumo e svapo come due cose completamente separate, magari differenti, si, ma parenti stretti. A volte capita che qualcuno mi chieda se ho smesso di fumare del tutto, cioè se da quando ho quella elettronica non compro più le classiche sigarette, e si complimentano ricevendo una risposta affermativa, ma per come la vedo io non ho ancora smesso, e non lo avrò fatto finché non avrò smesso anche con la sigaretta elettronica.

Non lo dico ovviamente per giudicare nessuno, e quindi spero nessuno si offenda, è solo il mio modo di vedere la cosa per quanto riguarda la mia personale situazione, ma credo che sia proprio il modo in cui vediamo la sigaretta elettronica di per sé ed in rapporto al fumo tradizionale che influisce sulle decisioni che prendiamo al riguardo.

Visto che immagino ormai ve lo starete chiedendo, dovrei laurearmi a Febbraio, massimo Marzo, dipende dalle sessioni 😀

Spero il post sia almeno comprensibile, avrei dovuto riflettere di più su cosa volevo scrivere, come scriverlo, e sul messaggio che volevo far passare, ma invece si è evoluto in corsa e quindi mi sembra abbastanza confusionario, ma avendo un discreto mal di testa (e una tesi su cui lavorare) lo invio così 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sono dimenticato di spezzare una lancia in favore dello svapo; una cosa che veramente mi piace è il non sentirmi legato.

Ovvero la mattina il primo pensiero era accendersi una sigaretta, dopo mangiato non ne parliamo era un obbligo come dopo ogni caffè.

Adesso è un piacere legato al momento se ho qualcosa nell'atom che si sposa bene con il caffè svapo, se ho un tabacco dietro dopo mangiato me la concedo una svapata, d' estate con un bell'aperitivo davanti e un fruttato mi fa piacere se mi faccio prendere dalle birrette non ne parliamo, ma non mi sento per niente più costretto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, hai sostituito in vizio con un altro. Possiamo girarci intorno quanto vogliamo, ma svapare è un vizio. Meno dannoso, ma sempre vizio è.

E a differenza delle siga, dove bastava un accendino bic e nient'altro da portarti appresso, qui servono innanzi tutto fazzolettini, quintali di fazzolettini! E non parliamo di batterie (e relativo contenitore, bocce e boccette etc etc.

È molto meno pratico svapare, soprattutto se svapi tanto. Prendo me come esempio, quando amici guardano quello che mi porto appresso, mi rendo conto del perché non svaperanno mai 😂 e non ti riferisco come mi apostrofano... Ma a me non importa, il vizio è mio e me lo gestisco come dico io! 😜 

Edited by seven

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, seven ha scritto:

Si, hai sostituito in vizio con un altro. Possiamo girarci intorno quanto vogliamo, ma svapare è un vizio. Meno dannoso, ma sempre vizio è.

E a differenza delle siga, dove bastava un accendino bic e nient'altro da portarti appresso, qui servono innanzi tutto fazzolettini, quintali di fazzolettini! E non parliamo di batterie (e relativo contenitore, bocce e boccette etc etc.

È molto meno pratico svapare, soprattutto se svapi tanto. Prendo me come esempio, quando amici guardano quello che mi porto appresso, mi rendo conto del perché non svaperanno mai 😂 e non ti riferisco come mi apostrofano... Ma a me non importa, il vizio è mio e me lo gestisco come dico io! 😜 

Concordo su tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, seven ha scritto:

...qui servono innanzi tutto fazzolettini, quintali di fazzolettini! 

..ma quali fazzolettini...🤣IMG_3859.thumb.PNG.877fd157d7ef354e2e256ce8a6aadb49.PNG

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, Masked ha scritto:

..ma quali fazzolettini...🤣IMG_3859.thumb.PNG.877fd157d7ef354e2e256ce8a6aadb49.PNG

si ti ci voglio vedere andare in giro con i rotoloni regina a te :classic_laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, seven ha scritto:

si ti ci voglio vedere andare in giro con i rotoloni regina a te :classic_laugh:

@Masked Ne ha uno in macchina, sotto il sedile, duplice uso :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Dodi75 ha scritto:

@Masked Ne ha uno in macchina, sotto il sedile, duplice uso :wink:

se ti scappa la cacca intendi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

In compenso due pacchetti di fazzoletti nel borsello non devon mancare mai (almeno a me anche se col bf il numero di pisciate oramai è quasi nullo, al massimo un oversquonkata mentre guido:classic_blush:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/10/2019 at 13:48, Dodi75 ha scritto:

@Masked Ne ha uno in macchina, sotto il sedile, duplice uso :wink:

Anche io ho sempre tenuto un rotolo nel furgone con cui lavoro, adesso che svapo ho trovato anche un' altro utilizzo :classic_biggrin: 

Il 15/10/2019 at 12:34, seven ha scritto:

È molto meno pratico svapare, soprattutto se svapi tanto. Prendo me come esempio, quando amici guardano quello che mi porto appresso, mi rendo conto del perché non svaperanno mai 😂 e non ti riferisco come mi apostrofano... Ma a me non importa, il vizio è mio e me lo gestisco come dico io! 😜 

Mannaggia vedo che siamo tutti nella stessa barca, io quando me ne rendo conto mi accorgo anche che mi porto dietro tanta di quella roba inutile!! I miei colleghi mi odiano tra nebbia nell' abitacolo, vetri perennemente appannati e liquidi sul cruscotto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vapore, ormai, mi fa compagnia da tanto tempo!

E non ho alcun dubbio nell’affermare di aver sostituito un vizio con un altro.

Concordo anche che sia infinitamente meno pratico di quello precedente.

Ricordarsi di caricare le celle, di rigenerare, della manutenzione, delle innumerevoli cose da ricordare di portar con se che... diventano tante soprattutto se si deve affrontare una lunga trasferta. Per non parlare delle odiose macchie su maglie o pantaloni dovute a piccole microperdite non asciugate tempestivamente!

Son sempre più convinto che la dipendenza da nico sia ormai sconfitta del tutto. Mi capita di vaporizzare liquidi senza nico per settimane intere (DL) senza più sentire quel bisogno di colpo in gola che è sempre stato, nel mio immaginario, l’aspetto che più mi intrappolava nel vizio del fumo (e nel vaping stesso sino a non molto tempo fa!).

Oggi, tutto sommato, nemmeno più quello mi condiziona più di tanto.

Mi è capitato di restare giorni interi senza vaporizzare senza ‘drammi’ o rinunce tipiche da fumo analogico. In quel caso, quando impossibilitato, era davvero un dramma con la manifestazione tipica dei più ‘insensati’ sintomi da astinenza.

Il mio organismo mi lancia, di tanto in tanto, dei segnali che mi lasciano intendere che smettere, o almeno provare a farlo, sia la scelte più logica e giusta.

Ma in realtà non ho mai minimamente considerato concretamente la cosa:

per mancanza di volontà, per un non ancor sufficiente ‘amor proprio’ , per non essermi ancora stufato del tutto di investire tanto di quel prezioso tempo che sarebbe preferibile investire in altro modo.

Tornando indietro, avrei cercato di investirne meno (e risorse) nella ricerca del piacere (attraverso un uso sempre più consapevole dei dispositivi e degli aromi/liquidi a loro associati) concentrandomi principalmente sull’appagamento del solo hit da nicotina (utilizzando magari un solo aroma o addirittura riducendomi a vaporizzare sola base con nico) limitando nel tempo consumi ed abbassando gradualmente la percentuale di nico.

Sono convinto che arrivando a 3-4 ml di liquido al giorno con una concentrazione di 1-2 mg/ml ci si ritroverebbe a non sentirne più il bisogno.

Gli aromi, credo finiscano per rendere il vaping sin troppo piacevole e, conseguentemente, ‘gustoso’ (molto di più della cara vecchia sigaretta!).

Il vaping diventa un po’ come il caffè alla mattina, il biscottino dopo pranzo, il pezzetto di cioccolata fondente dopo cena, la grappa per annegare il pranzo domenicale, la birra da sorseggiare durante la visione di una partita, la sfogliatella calda da mordicchiare durante una passeggiata di un fine pomeriggio invernale ecc ecc.

Piccoli piaceri della vita quotidiana di un individuo che con la magia del vapore finiscono per creare ‘troppa’ dipendenza.

Una ‘voglia’ sempre a portata di mano a cui è più difficile rinunciare.

Ho fumato per sedici anni e, forse, con il fumo analogico non ho mai raggiunto le vette di soddisfazione sfiorate gustando un duchess in dual coil o un Kentucky con un tank MTL.  Ma non avevo alcuna intenzione di smettere e buttare definitivamente quel pacchetto! Forse perché rassegnato al fatto di non poter sconfiggere quella dipendenza! E la frustrazione generata dal non riuscire a farne a meno anche per poche ore era tale da dissuadermi dal provare ancora una volta.

Il vaping mi ha permesso di farlo!

Al tempo stesso mi son reso conto di aver sostituito quel vizio con un ‘nemico’ più alla mia portata ma, al tempo stesso, mi ritrovo a far di tutto per non tagliar definitivamente la testa al toro!

Ed ecco che sopraggiunge il mio rammarico più grande:

perchè finiamo per non utilizzare il vaping per il suo scopo più nobile?

È o non è lo strumento più efficace mai ideato per poter sconfiggere il tabagismo?

Sola e semplice alternativa, si spera meno nociva, al fumo tradizionale?

Io non ci sto... sono ancora fortemente convinto che sia molto di più!

Edited by vaper da strapazzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @Lara

no non penso di smettere di svapare a meno che non debba. Ho fumato per 35 anni di tutto e in ogni luogo, a parte in chiesa e ospedale: impensabile per me non avere qualcosa da fumare, svapare quando lavoro al computer o mi prendo una pausa, dopo il caffè e il pranzo, perché l'ho fatto per quasi tutta la vita. È parte dei miei gesti quotidiani come dare un'occhiata allo smartphone, sfogliare il giornale. Quattro anni fa ho iniziato a smettere e neanche dopo un mese ho dovuto rinunciare alla nicotina. Fa niente, mi sono detta, ce la farò lo stesso. Ora svapo solo a 0. Tutti mi dicono che non ha senso: dicano quel che vogliono; per loro non ha senso, per me l'ha. Credo che tutto stia lì, nel non ha senso, che è poi la ragione del tuo 1% che non vuoi togliere, perché non avrebbe senso, appunto a 0 nicotina. E invece ce l'ha. Se sia un vizio, non me lo chiedo. A rigor di logica lo è. Ma allora è un vizio anche  bere coca cola light per non ingrassare ecc. I vizi intesi come coazione fanno parte della nostra natura umana. Nel parlare popolare infatti si dice: ehh ha il vizio di fare così anche quando nell'azione in sé non c'è alcunché di deleterio.

:classic_biggrin:

Edited by Renata1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Renata1 ha scritto:

Tutti mi dicono che non ha senso: dicano quel che vogliono; per loro non ha senso, per me l'ha. Credo che tutto stia lì, nel non ha senso, che è poi la ragione del tuo 1% che non vuoi togliere, perché non avrebbe senso, appunto a 0 nicotina. E invece ce l'ha. Se sia un vizio, non me lo chiedo. A rigor di logica lo è

ciao cara  @Renata1,  io sono convinta che un senso ce l'ha. Non è che io non voglio togliere anche quel 1%,  io ci ho provato è andata bene per un po' ma poi son tornata indietro perchè mi dava un po' più di soddisfazione (veritiera o solo psicologica non saprei dirti) forse era solo troppo presto eliminare totalmente la nicotina. Io al momento non voglio smettere di svapare, non ci penso proprio perchè mi piace troppo ed è per questo motivo che ho ipotizzato che probabilmente per me sarebbe più difficile smettere di svapare rispetto quando ho messo di fumare.

Io credo che ognuno di noi sia diverso, con percorsi simili ma comunque diverso e libero di fare quello che vuole del tempo che ha a disposizione.  Tu hai provato, anche se per necessità, a sospendere la nicotina, ma comunque hai trovato la tua dimensione e quindi chapeau! Non sei ritornata alla schiavitù delle sigarette non hai mollato ma riesci a trovare soddisfazione, quindi ha senso!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...