Jump to content
TTTommm

Vampire v2 versus vampire epos, differenze e similitudini

Recommended Posts

L'opinione che si è diffusa sull'Epos è che sia semplicemente la versione RDTA del V2, magari con qualche miglioria estetica. Per la recensione dell'Epos nel dettaglio vi rimando al mio 3d 

In questo invece mi piacerebbe parlare delle differenze e similitudini in confronto al V2.

Io li possiedo entrambi, e del v2 ho anche i 4 top cap aggiuntivi (1 in ultem e 3 in titanio con forme diverse). Un'altra precisazione doverosa da fare è che il modder stesso dichiara che la geometria interna della campana dell'Epos è assolutamente identica a quella della campana standard del v2 abbassata.

Detto questo, ho preso entrambi gli atom, li ho rigenerati con 6 spire ni80 0.35mm punta da 2,5, Titanium Fiber cotton, caricati di Latakia N°1 di Tabacchificio 3.0 proveniente dalla stessa boccetta e utilizzati in elettronico su circuiti Dicodes allo stesso wattaggio (le coil avevano la stessa resistenza). Sul v2 ho utilizzato cap standard completamente ribassato. Su entrambi il drip Oxygene in ultem con foro da 3.5mm.

La resa aromatica si è rivelata sostanzialmente differente, nell'epos il vapore è più rareffatto, molto più caldo e molto più secco. Le note affumicate e cuoio si equilibrano con l'incensato che invece prevale sul v2.

Successivamente ho scambiato i cap, mettendo quello dell'Epos sul v2 e vice versa, e i cap si sono portati dietro la resa aromatica, infatti i due deck sono assolutamente identici.

In seguito ho provato a caricare degli aromatizzati sull'Epos con pessimi risultati. Ove questi aromi eccellono sul v2, nell'epos vengono smorzati e resi neutri, perdendo molto le note dolci senza riuscire a far risaltare i tabacchi sottostanti.

Dove sta la differenza? Nello spessore della volta della campana, che nell'Epos è stato DRASTICAMENTE ridotto da un lavoro magistrale di Menon. L'epos scalda molto, e questa sua caratteristica assieme alla peculiare dissipazione del titanio è il dettaglio che cambia la resa aromatica. Infatti nell'ultimo nato in casa Oxygene certe build spinte che sono possibili nel v2 non si possono fare, pena ustione di terzo grado alle labbra. La mia classica sul v2 per aromatizzati è ni80 0.40mm, 6 spire su punta da 3, 0.7ohm @ 21watt. Se provi a fare una cosa del genere con l'epos è lava pura.

D'altro canto però l'Epos è un Vampire: l'hit è poco pronunciata, la produzione di vapore è copiosa, il tiro è morbido. Quindi se dico che l'aroma è secco, non vi aspettate l'esperienza di uno Spica Pro, qui stiamo parlando di un Vampire che offre una svapata vellutata e morbida, ma dall'aroma tendente al secco.

Col V2 condivide anche i difetti: tiro non fluido e rumoroso, e scarsa definizione. Tende ad impastare i blend complessi e ti rende l'aroma tutto assieme invece che scandirlo. 

Quindi se adorate il Vampire v2, vi piace il suo tiro e come vaporizza, l'acquisto dell'Epos, o anche solo della sua campana, ha senso perchè avrete quella sensazione, ma con una resa nettamente migliore sui tabacchi singoli. Se invece non vi piace come vaporizza il Vampire v2, allora lasciate stare anche l'Epos perchè comunque la maggior secchezza non lo rende simile ad un Menelaus o a uno Spica Pro.

Edited by TTTommm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...