Jump to content

Direttoriale ADM, Paciaroni (Unis): “Chiediamo rimborso imposta di consumo per scorte invendute”


Recommended Posts

unis.jpg

All’open hearing organizzato dall’agenzia delle Dogane e Monopoli ha partecipato anche Unis, il consorzio di negozianti presieduto da Roberto Paciaroni. Come da indicazioni dei funzionari statali, i contenuti delle osservazioni espresse verbalmente sono state inoltrati in forma scritta. Questo il contributo di Unis firmato dal presidente Paciaroni:
Premesso che in quanto rivenditori di vaporizzatori personali e di prodotti liquidi da inalazione abbiamo l’orgoglio di poter affermare che nell’ultimo decennio abbiamo aiutando molti ad uscire dal tabagismo, non capiamo per quale motivo i PLI debbano essere trattati normativamente come equivalenti al tabacco dato che ne sono l’opposto. Dovremmo, al pari degli altri prodotti a base di nicotina volti a contrastare il tabagismo, godere di regimi fiscali agevolati e non essere sottoposti ad una super-tassazione. Schermata-2021-02-05-alle-10.21.20.pngCome membri di una comunità di Stato di diritto, rispettiamo le normative vigenti ma ci riserviamo di contrastarle nelle opportune sedi“. Di conseguenza, Unis chiede all’Agenzia, “essendo le “parti di ricambio” elementi prioritari ed essenziali al funzionamento delle e-cigs, secondo quale logica sono state escluse dalla “prevalenza”? Suggeriamo che il tema venga rivisto con maggiore buon senso. Come già segnalato alla vostra attenzione da parte di associazioni ed esercenti, molti negozi di vicinato trattano liquidi da inalazione se pur palesemente non rispettino il principio della prevalenza (negozi di elettrodomestici, cartolerie, edicole). È necessario che si intervenga in modo rapido per verificare e risolvere queste situazioni di “concorrenza sleale”. Visto che, a nostro parere ingiustamente, i PLI vengono normati in maniera simile al tabacco, come è possibile che quest’ultimo non sia acquistabile sul web, mentre i primi sì? Noi negozianti specializzati, a differenza di altri soggetti economici che pur trattano i PLI, offriamo di regola un numero di referenze molto ampio, alcune delle quali a bassa rotazione. Vorremmo avere la garanzia di non doverci trovare a gettare prodotti sui quali abbiamo già versato l’imposta di consumo. Per questo vi chiediamo – conclude Paciaroni – di valutare tempi congrui, minimo un anno, per lo smaltimento dei liquidi non bollinati e la successiva possibilità di far bollinare i PLI rimasti invenduti. Poiché i liquidi da inalazione hanno data di scadenza, chiediamo una procedura per il rimborso dell’imposta di consumo per i prodotti giunti a scadenza e rimasti“.

474x95_sigmagazine_tutti-brand-2020.jpg

L'articolo Direttoriale ADM, Paciaroni (Unis): “Chiediamo rimborso imposta di consumo per scorte invendute” proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.