Jump to content

Olanda, 19 mila firme contro il divieto sugli aromi per sigarette elettroniche


Recommended Posts

olanda.jpg

Si chiude oggi la consultazione del governo olandese sulla proposta del Ministro della salute Paul Blokhuis di vietare gli aromi nei liquidi per sigarette elettroniche. La partecipazione al quesito è stata talmente massiccia da richiedere un prolungamento di due settimane, che scadono appunto oggi, dalla scadenza prefissata. I commenti hanno superato il migliaio e nella stragrande maggioranza mettono in guardia il governo dall’adottare un divieto giudicato inutile a proteggere i minori e estremamente dannoso per la salute pubblica in generale. Come testimoniato nei giorni scorsi, a partecipare alla consultazione non sono stati solo consumatori e industria olandesi. Si è mosso tutto il mondo del vaping europeo e internazionale. Associazioni di produttori, negozianti e consumatori, medici e scienziati hanno dato il loro contributo per scongiurare che in Europa si affermi il trend proibizionista.
Ma i vaper olandesi non si sono fermati. Ieri i rappresentanti dell’associazione locale dei consumatori Acvoda hanno infatti consegnato ai membri della Commissione salute del Parlamento una petizione contro il flavor ban che ha raccolto 19 mila firme. Per l’occasione i consumatori hanno esposto all’esterno del Parlamento tre manifesti raffiguranti il Ministro della salute nell’atto di tapparsi le orecchie, gli occhi e la bocca. “Paul Blokhuis non vuole sentire – si legge sul primo – che gli aromi per sigarette elettroniche sono fondamentali per smettere di fumare”. Secondo il secondo e il terzo manifesto, il titolare dalla salute si rifiuta di vedere che “le sigarette elettroniche sono molto meno dannose di quelle si tabacco” e non dice che “vietare gli aromi causa una ricaduta nel fumo e fa diminuire il numero di chi smette di fumare”.
210126-Sjansjee-2-Wilmar66-300x200.jpgLa settimana scorsa era stata invece l’associazione internazionale World Vapers’ Alliance a portare le ragioni del vaping per le strade dell’Aia con una grande installazione luminosa. Il 27 gennaio, infatti, sulle facciate dei palazzi della capitale olandese erano stati proiettati messaggi positivi sulla sigaretta elettronica (svapare riduce il danno del fumo del 95%) e l’esortazione a “fermare il divieto per gli aromi”. “La passione espressa dalla comunità dei vaper olandesi durante la consultazione – aveva commentato il direttore di Wva Michael Landl in occasione dell’iniziativa – è stata incredibile. I partecipanti in maggioranza affermano esplicitamente che la sigaretta elettronica l’ha aiutati a smettere di fumare e che vietare gli aromi li farebbe tornare alle sigarette tradizionali. Il governo deve ascoltare le loro storie e rinunciare a questa ridicola misura”.

474x95_sigmagazine_tutti-brand-2020.jpg

L'articolo Olanda, 19 mila firme contro il divieto sugli aromi per sigarette elettroniche proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.