Jump to content

Contrabbando, operazione Lodigiano: il video della Guardia di Finanza


Recommended Posts

lodigiano-1.jpg

È stata una indagine basata su riscontri telematici e transazioni di denaro. Seguendo a ritroso l’iter dei pagamenti effettuati con carte prepagate PostePay, i militari del nucleo di polizia economica e finanziaria della Guardia di Finanza di Milano sono così riusciti a porre fine alla “carriera” del Lodigiano, probabilmente il più noto “venditore fai-da-te” di liquidi per sigarette elettroniche del web. In realtà dietro al nome Lodigiano si celavano due uomini, la cui identità non è stata ancora resa nota. Si sa invece che hanno 53 e 49 anni e che avevano trovato in un fabbricato di Sangiano, paesino del varesotto, il luogo ideale dove predisporre la loro base operativa per la miscelazione dei liquidi.
La nicotina utilizzata veniva acquistata in Cina e introdotta in Italia dopo aver attraversato la frontiera slovena formalmente come “essenze per profumatori”. Nel magazzino sono stati rinvenuti 953 litri di liquido, in parte pronto e in parte ancora da miscelare, oltre a circa 20mila euro in contanti. È ancora in fase di accertamento la modalità di ingresso della nicotina in Italia. Gli ordini effettuati dai privati attraverso una apposita pagina creata su Facebook venivano evasi dopo aver ricevuto il pagamento su alcune carte prepagate intestati a nomi fittizi o, come in un caso, persone decedute. I pacchi venivano quindi spediti con il normale servizio postale.
A carico dei due uomini, oltre all’accusa di evasione di imposta di consumo, Iva e contrabbando, anche l’indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento.

474x95_sigmagazine_tutti-brand-2020.jpg

L'articolo Contrabbando, operazione Lodigiano: il video della Guardia di Finanza proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites
15 ore fa, NIKY ha scritto:

Ma chi è sto fenomeno dello svapo libero? Mamma mia..

Ciao

è un individuo del quale per il principio di non colpevolezza non si possono mettere nome e faccia che ha movimentato 700 mila euro di fatturato sul quale sono stati evasi oneri di diverse categorie, mentre noi acquistando da canali ufficiali adempiamo a tutto come fanno i venditori cui ci rivolgiamo; o almeno si spera.  Questo eroe è costato, a quanto parve, l'oscuramento a un noto sito dove si invoca la riduzione del danno, la sicurezza dei prodotti come facciamo noi su questo. Tuttavia ancora leggo di basi eccellenti... con nicotina cinese per le quali credo alcuno abbia mai ricevuto uno straccio di scheda tecnica lavorate nel futuristicl laboratorio che vediamo nel video. 

Ricordo di aver letto i suoi interventi sulla sua pagina nei quali, mentre evadeva allo Stato e quindi a tutti noi, si dipingeva quasi come un benefattore dello svapo libero e i successivi commenti che lo riconoscevano tale.

Per me la libertà è ben altra cosa e mi sento solo di ringraziare chi libera lo svapo di gente simile perché qualche euro di meno non possono valere l'imbroglio alla collettività degli svapatori e dei cittadini.

:12_slight_smile:

 

Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.