Jump to content

Maxi sequestro liquidi per sigarette elettroniche, la GdF indaga sui collegamenti


Recommended Posts

liquidi-sequestrati-aversa.jpg
liquidi-aversa.jpg
Fotografia fornita dalla Guardia di Finanza di Aversa

Una tonnellata e mezzo di nicotina (circa 1700 litri); 25 mila flaconi pronti per essere immessi sul mercato; danno erariale quantificato in 360 mila euro, ventuno lavoratori impiegati in nero. La Guardia di Finanza di Aversa, dopo attente e rigorose attività investigative, ha così segnalato all’autorità giudiziaria tre persone su cui ora pendono pesanti capi d’accusa, primo su tutti il contrabbando.
Il laboratorio-deposito è stato trovato all’interno di un capannone a Teverola, nel casertano. Nonostante l’insegna facesse riferimento ad una ditta di logistica, all’interno era invece stata allestita l’attività di produzione e commercio dei prodotti liquidi da inalazione.
Secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, due delle tre persone coinvolte sarebbero a capo due differenti società, mentre la terza persona sarebbe, come definita dalla Gdf, “di fatto titolare” delle stesse.

IMG_20201103_123746.jpg
Fotografia fornita dalla Guardia di Finanza di Aversa

Vi sono elementi utili a far pensare che questi prodotti siano in circolazione – commenta Vincenzo Vito, maggiore della Compagnia della Guardia di Finanza di Aversa – Certamente sono stati venduti online ma con buona probabilità possiamo dire che siano anche presenti nella rete tradizionale di tabaccherie e negozi specializzati su strada”. I nomi delle persone coinvolte, così come la ragione sociale delle società, come evidenziato dalla GdF, non sono stati resi noti perché l’attività investigativa è ancora in corso.

IMG_20201103_122111.jpg
Fotografia fornita dalla Guardia di Finanza di Aversa

Si dovrà verificare, con l’ausilio anche dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, se vi sia un collegamento tra le società oggetto del provvedimento e i brand dei prodotti trovati all’interno del deposito.  In caso contrario i titolari dei brand sequestrati sarebbero parte lesa e, aggiunge il maggiore Vincenzo Vito, “all’ipotesi di contrabbando si aggiungerebbe anche quella di contraffazione”.
I liquidi e la nicotina recuperata sono stati inviati ai laboratori chimici di Adm per essere sottoposti ad analisi e test sicurezza per la salute pubblica, al fine di verificare l’eventuale presenza di ingredienti non consentiti.

474x95_sigmagazine_tutti-brand-2020.jpg

L'articolo Maxi sequestro liquidi per sigarette elettroniche, la GdF indaga sui collegamenti proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.