Jump to content

Smaltire le cose dello svapo


Recommended Posts

Salve

anche in questo caso ho scelto la sezione Benessere perché avere cura e rispetto dell'ambiente è indissolubilmente legato al nostro benessere non solo di svapatori, prima di tutto di essere umani.

Da fumatori non so quanto educati siamo stati con i nostri mozziconi di sigaretta, direi molto poco considerata la quantità di mozziconi che vedevo e ancora vedo gettati sul marciapiede, infilati nella sabbia delle spiagge, galleggianti nel mare dove per altro fanno un danno indicibile poiché la fauna marina potrebbe ingerirli e morire soffocata.

Ora siamo svapatori ed è tempo di pensare a cosa facciamo dei rifiuti che produciamo, a partire dalle masse più grandi vorrei quindi condividere alcuni suggerimenti che ho ricevuto dal servizio di smaltimento del mio comune. Per altro, ciascun comune d'Italia ha sue regole precise in fatto di smaltimento, dunque informatevi e/o aggiungete le vostre informazioni a seguire di quel che avrò scritto.

Le box, i tubi, le podmod non più funzionanti vanno raccolte e portate al centro smaltimento rifiuti. Raee e Rhos sono le diciture applicate a rifiuti elettrici ed elettronici; potete trovare queste sigle sulle scatole dei prodotti. Anche gli atomizzatori usa e getta sono rifiuti Rohs, vanno raccolti in un sacchetto e quando ne avete abbastanza portati al centro di smaltimento. Bisogna prestare particolare attenzione alle batterie che come tutte le batterie non vanno gettate nel comune indifferenziato ma depositate nelle colonnine di raccolta esterne ai negozi o centri commerciali.

Le ricariche delle POD dovrebbero essere smontate e separata dalla plastica la testina, sciacquate e gettate nell'apposito contenitore, se il vostro comune raccoglie tutte le sostanze plastiche; il mio, per esempio, no. Nel mio caso, se le usassi, le dovrei portare al centro di smaltimento.

Gli atomizzatori completi, rigenerabili e no, vanno portati al centro di smaltimento in quanto acciaio riciclabile infinite volte. Occorre separare le parti in vetro, che andranno nel vetro, le guarnizioni in silicone o gomma che andranno nell'indifferenziato, dalle parti in acciaio. I drip tip nell'indifferenziato se il vostro comune non raccoglie ogni plastica o se non lo è. Se fosse di acciaio deve essere conferito con il resto dell'atom al centro smaltimento.

I liquidi contenenti nicotina non vanno mai e poi mai versati nello scarico, perché la nicotina è un veleno. Immaginatevi se tutti gli svapatori di Roma o Milano versassero liquidi nicotinati nello scarico, cosa si ritroverebbe nelle acque residue. In tutte le città italiane in cui sono stata, le farmacie hanno accettato il flacone per smaltirlo come farmaco; alcune erano impreparate e hanno preso informazioni per poi conformarsi alla regola: chiedete, quindi ai gestori delle vostre farmacie. Glicerolo vegetale e glicole propilenico hanno la stessa destinazione; certo, l'acqua di risciacquo di quando laviamo gli atomizzatori, andrà giù per lo scarico in quanto PG eVG sono presenti in minima parte ampiamente diluiti.

Le testine prefatte vanno nell'indifferenziato così come le coil arrotolate e i resti di filo per gli atomizzatori rigenerabili. Pezzetti di cotone pulito e biologico possono essere gettati nell'umido ma non se impregnato di liquido da svapo: attenzione perché nel liquido ci può essere la nicotina in quantità variabile.

Non sono pochi gli imballi dei nostri prodotti: vetro dei flaconi di aroma, cartone, plastica di ogni genere e non sempre riciclabile. Separate e differenziate ma, anche, sarebbe bene la piantassero di produrre imballi inutili o meglio con un solo scopo: quello di influenzare il consumatore.

Se potete riutilizzate i flaconi in vetro o quelli in plastica ma, per quest'ultimi, state attenti alle sigle che indentificano il materiale, perché non sempre è sano recuperare certi contenitori in quanto ne esistono di più resistenti all'uso e altri il cui riutilizzo è sconsigliato.

Questo è quanto ho imparato informandomi e chiedendo a chi di dovere, se avete altre informazioni, condividiamole per aver cura e rispetto dell'ambiente.

:12_slight_smile:

Edited by Renata1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pandakiatto' ha scritto:

Informazioni utilissime, grazie. In particolar modo non sapevo nulla in merito allo smaltimento corretto dei liquidi contenenti nicotina... 

Nel tempo ho imparato una cosa : se mi piacciono finisco la boccia in un baleno, se non mi piacciono finiscono nel lavandino. 

Discorso a sé col RedAstaire, ottima ricarica per il gled del bagno 😂. Provare per credere 

10600.png

Link to post
Share on other sites
12 ore fa, ConteRosso ha scritto:

Discorso a sé col RedAstaire, ottima ricarica per il gled del bagno 😂. Provare per credere 

o l'arbre magique in auto :10_wink:

Edited by Lara
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Lara ha scritto:

o l'arbre magique in auto :10_wink:

Ecco, ma quello dopo un po si esaurisce..a tal proposito, consiglio una bella imbevuta del medesimo in un bacinella di Heisenberg , va molto bene anche per combattere virus e batteri vari :8_laughing:

A parte gli scherzi, da domani siamo in zona rossa che piu' rossa non si puo'; forse dovremmo fare anche noi come in Campania, abbracciare i bastoni per passare in zona arancione, oppure avere un governatore come Zaia che se ne impippa dei vari dpcm ? Questi sono fuori, ma fuori come dei balconi...meno male che sono nella filiera agro-alimentare..a Roma abbiamo dei fuori di melone

 

10600.png

Link to post
Share on other sites

Ciao @Renata1, grazie per le informazioni, sapevo a grandi linee come trattare i rifiuti dello svapo ma qui tu hai elencato ogni possibile variante della casistica, dal recupero di ciò che può essere riutilizzato al comportamento da tenere con ogni materiale con cui veniamo in contatto. Consiglierei a tutti di scaricare il post per consultarlo al bisogno o a @ConteRosso di metterlo in evidenza sul forum.

@ConteRosso Ciao Non hai il cuore per mettere il mi piace ma ti comunico l'apprezzamento per gli ultimi post :4_joy:

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, grober ha scritto:

Consiglierei a tutti di scaricare il post per consultarlo al bisogno o a @ConteRosso di metterlo in evidenza sul forum.

Io piu' che metterlo come "Importante" non posso fare.

Per l'"Evidenza" ci vuole @Amministratore

12 minuti fa, grober ha scritto:

 

@ConteRosso Ciao Non hai il cuore per mettere il mi piace ma ti comunico l'apprezzamento per gli ultimi post :4_joy:

No ma dai, ma qui siamo alla pura follia; avrei tante di quelle cose da dire, purtroppo siamo su un forum pubblico e non posso. Ma sono , a dir poco, amareggiato e disgustato. Ho fatto gia' scorte di materiale vario per andare avanti coi miei lavori, il problema sorgera' a quando mi mancheranno ricambi spicci, quali cuscinetti, cinghie e motori. Non ho parole

10600.png

Link to post
Share on other sites

Grazie Renata. Io, periodicamente, faccio la differenziata, per cui smaltisco correttamente (almeno credo) tutto quanto non più funzionante e/o utilizzato. Non avevo cognizione del fatto che la plastica delle pod dovesse essere divisa dal resto, ma fino ad ora le ho utilizzate poco e niente, e le ho smaltire scorrettamente. Purtroppo, per quanto riguarda la differenziata, i tempi di attesa sfiorano i due mesi, per cui nelle more di smaltire correttamente tutto ciò che attiene lo svapo, ripongo il tutto in un contenitore in cantina.

Edited by il nano tremotino

10738.png

Link to post
Share on other sites

Ciao @il nano tremotino

Penso che tutti abbiamo fatto degli errori perchè non ci si pensa: è come il pezzetto di plastica sul cartone del latte che magari gettiamo nel comparto giusto senza separare gli elementi. Non sta a me giudicare. Credo che l'importante sia non essere recidivi perchè sarebbe ignoranza e menefreghismo che offende per prima l'intelligenza di chi compie l'errore.

Appena ho un pò di tempo e finito di raccogliere più informazioni, vorrei affrontare la questione delle plastiche; so che abbiamo utenti più competenti di me, magari scriveranno due righe loro, con cui per mesi i nostri liquidi sono a contatto. Anche questo fa parte della sicurezza dello svapo e dei diritti del consumatore a prodotti sempre migliori e più sicuri considerato che non li paghiamo poco, soprattutto gli scomposti che sono secondo me il grande imbroglio a danno degli svapatori e beneficio dei produttori.

Grazie @Amministratore

:12_slight_smile:

Edited by Renata1
Link to post
Share on other sites

Bello vedere questi post e rendersi conto che in Italia alla fine grazie alla maggior diffusione dei sistemi aperti non c'è il problema che nel resto del mondo è già evidente.... l'E-waste dovuto ai sistemi chiusi e alle POD non ricaricabili!

Chi come me va (andava) in giro per il pianeta se ne rendeva veramente conto, che magari non davanti l'aeroporto, ma come giravi l'angolo e guardavi per terra alla fermata dell'autobus, vedevi POD, bottigliette dei liquidi al CBD.. o Juul rotte nel giardino pubblico.

Solo per fare un esempio, nel mondo sono vendute oltre 2 milioni di Juul, se anche solo l'un per cento viene gettato per terra, sono 20.000 cartucce che inquinano l'ambiente e la Juul ne è ben consapevole visto che hanno fatto un programma di riciclo, basta stampare un'etichetta, metterne 30 dentro e metterla nella cassetta della posta,, la spedizione la pagano loro.. 

Bisogna veramente alzare l'attenzione sulle problematiche di questi temi, che oggi sono gestibili, ma rischiano di dilagare in un attimo (TPD3), a buon intenditor..

Per accennare senza approfondire l'interazione dei liquidi o aromi nelle plastiche, (tedioso e OT, il ragionamento è sulla dimensione delle molecole) la cosa più importante è che siano di plastica dura, tipo PET, perchè  @Renata1 ha ragione da vendere, le interazioni ci sono eccome se ci sono, gli aromi più aggressivi, cannella, assenzio, mentolati, tabacchi (sì è aggressivo..) vanno gestiti in bottiglie di vetro, NON di plastica e NON vanno lasciati per lungo tempo in steeping in bottiglie di plastica (a proposito, a breve vi dirò che abbiamo eliminato la parola steeping/infusione - maturazione? che schifo di parola- dei liquidi e vi dirò anche come... :3_grin: chi mi segue lo sa già..)  Ma sapete qual'è difatto (E' successa anche a me...) la cosa più delicata?

Il contagocce! Intorno al contagocce c'è una guarnizione di gomma o plastica morbida, qualsiasi liquido con il tempo se la mangia.. e ce la ciucciamo tutta se non facciamo attenzione, se non credete a me ecco una parte di lettera di chiarimenti, sotto forma di consiglio da nientepopodimeno che la TFA:

tfa.thumb.JPG.56019b725faef3da06fda99bb7290387.JPG

Voglio tacere sull'argomento "Scomposti" e tutti quelli sul web che dicono dobbiamo fare certificazioni, notifiche, analisi, laboratori bla bla bla.. sono tutte fandonie. sappiate che gli "Scomposti" non sono soggetti a notifica TPD,  quindi fate i vostri ragionamenti.. l'altro giorno ho sentito un famoso produttore sbandierare che i i mixers sono ignoranti, che sono cantinari che non sanno quello che fanno che usano PG/VG economica, che è pericoloso farsi i mix da soli ecc. ecc. la solita solfa, deve vendere, per poi dire che la migliore VG e che quella che usa lui è pura al 99,3%.. io che sono un cretino e non sono un produttore ce l'ho al 99,5% boh... meno male che si vanta.. e questo senza approfondire che bisognerebbe avere PG e VG diversi a seconda del mix che si vuole fare..ma questa, è un'altra storia..  :at:    

Edited by Frank-Iv3shf
Link to post
Share on other sites

Ciao @Frank-Iv3shf

non serve che lo sottolinei anch'io ma, effettivamente, il PET è quello più indicato anche al riutilizzo. Sia chiaro: non di anni. I flaconi in plastica vanno cambiati a seconda di quanto  tempo li abbiamo usati.  Ai primi segni di ammaccature dovute a pressione vanno buttati nel riciclo plastiche o dove avete indicazione dal vostro servizio smaltimento. 

Al contrario il LDPE, quei flaconi di plastica morbida, spesso con ago, hanno vita breve perché ad ogni schiacciatina potrebbero rilasciare particelle; in Italia non li trovo più, ma, da dall'estero, a volte li ho ricevuti ancora per aromi imbottigliati direttamente dagli store distributori.

Personalmente adotto la cautela di usare e riutilizzare solo il PET per contenere l'aroma travasato dal flacone in vetro in cui maturavano ( perdona l'imprecisione). 

La mia opposizione agli scomposti qui si rafforza perché l'aroma diluito rimane nella plastica per troppo tempo a meno che uno non si svapi giorni di fila lo stesso aroma fino a consumarlo presto; ma non è il mio caso: mi annoio a svapare lo stesso aroma di continuo.

Così, quando acquisto aromi, prediligo le marche che mi vendono i loro prodotti in vetro.

Un discorso meriterebbe il Policarbonato, se ne avessi tempo però un giorno l'avrò prima o poi. Ricordiamo che non si tratta solo dei flaconi ma anche di tank dove lasciamo il liquido. E dopo il Policarbonato, imparare a decodificare le varie sigle delle plastiche che indicano l'uso e il riciclo.

Per le basi - potresti prendere spunto per uno dei tuoi bellissimi interventi - essendo intollerante al PG non posso variare troppo, anche qui mi limito a scegliere una base più morbida come Avoria per i cremosi e/o fruttati mentre mi oriento su una più secca come Pure per i tabaccosi.

:12_slight_smile:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.