Jump to content

Parere scheer su sigarette elettroniche


Recommended Posts

Salute a tutti, da socio ANPVU ricevo regolarmente aggiornamenti, notizie ed infine anche inviti a partecipare alla lotta contro discriminazioni della sigaretta elettronica, denunciare false notizie e in pratica contro tutto quello che danneggia l'immagine della E-Cig in modo fraudolento. A questo proposito in questi giorni ho ricevuto il resoconto del Scheer in questo pdf potete leggere quanto affermano. Nel frattempo l'associazione ha tempestivamente contestato il parere Scheer nonché provveduto ad inoltrare, tramite consultazione pubblica, 1247 studi che dimostrano l'efficacia della riduzione del danno da parte delle e-cigs.

Per approfondimenti sul parere SCHEER:

https://ec.europa.eu/health/sites/health/files/scientific_committees/scheer/docs/scheer_o_017.pdf

Chi vuole poi è invitato a partecipare alla consultazione pubblica per dar man forte all'intervento di tutti coloro che si sono indignati per il trattamento riservato ad uno strumento per la tutela della salute come la sigaretta elettronica:

https://ec.europa.eu/health/scientific_committees/consultations/public_consultations/scheer_consultation_10_nl

Il giorno 26 ottobre è il termine ultimo per la presentazione di un commento su questo sciagurato parere e siccome la consultazione è aperta a tutti metto l'indirizzo da cui scaricare lo stampato per scrivere un commento che dovrà essere mirato e breve.

https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/consultation_ecigarettes2020

Ciao e grazie per l'attenzione

Link to post
Share on other sites

questo invito è molto gradito, grazie @grober.

Il nostro interesse dovrebbe essere molto alto sulle tematiche esposte in quanto queste saranno la base della nuova normativa europea relativa alla gestione dei prodotti associati al tabacco. 
Troppo spesso l'utilizzatore dei prodotti da svapo ha un atteggiamento remissivo nei confronti delle azioni legislative ovvero aspetta la tegola vessatoria del tributo imposto per iniziare il lungo lamento...
E' il momento di prendere coscienza del fatto che apparteniamo a quella categoria di persone che hanno scelto di uscire dal tabagismo e che vogliono utilizzare un mezzo di riduzione del danno da fumo combusto. Purtroppo non abbiamo nessuna grande multinazionale dello svapo che informa l'opinione pubblica, anzi, vediamo spesso le multinazionali del tabacco fare di tutto affinchè lo svapo non venga riconosciuto come mezzo efficace per allontanarsi dal fumo combusto.

Non abbiamo la forza economica per acquistare spazi pubblicitari per divulgare gli studi già effettuati a favore dello svapo e neanche gli agganci politici per influenzare le politiche tributarie ma possiamo fare, nel nostro piccolo, un lavoro di condivisione dei benefici che abbiamo sperimentato sul nostro corpo parlandone a quanti ci avvicinano e hanno curiosità sul vaporizzatore che utilizziamo.

Questa iniziativa è molto importante per "dire la nostra" a persone che affrontano l'argomento in maniera superficiale (voglio sperare che sia così) ovvero strumentale (il sospetto è molto forte).

Sfruttiamo quindi l'occasione di partecipare a questa iniziativa.

 

Link to post
Share on other sites

Ciao @Hakerettohai proprio colto nel segno e sintetizzato in modo coerente e razionale quanto avevo esposto in modo confuso poco sopra :14_relaxed:. Il fatto più evidente è che siamo piccoli e soli e per questo dobbiamo cercare di arrangiarci senza sperare in un aiuto esterno. Forse non cambieremo il mondo ma potremo difenderci.:10_wink:

Link to post
Share on other sites

Grazie dell'impegno e della segnalazione @grober.  

Se posso permettermi, avendo accumulato delle osservazioni e dato il mio contributo per sensibilizzare e sostenere le nostre istanze, dalla Vicari fino alla Petizione Europea che abbiamo segnalato ed è fallita, gli svapatori non sono proprio vittime innocenti: un pò lo vogliono il loro destino, o meglio anche in questo campo l'individualismo italiano domina. Le manifestazioni di piazza che si fecero ai tempi della Vicari sono state partecipate da ben pochi svapatori che però urlavano come aquile sui forum nei quali lo svapo è stato politicizzato senza opposizione da parte degli amministratori dei forum e informazione sullo svapo, del tutto incapaci di valutare cosa avrebbe significato ciò o forse pensando solo agli iscritti e lettori in più; ricordo benissimo l'incursione dei manovratori della macchina del Web per raccogliere consensi in cambio di promesse elettorali solo in parte mantenute, poiché, se lo svapo rappresenta cura, non deve essere gravato da alcuna accise. La Petizione Europea. se siamo milioni di svapatori in Italia, è stata pressoché ignorata; qui occorre dire non solo dagli svapatori ma anche quasi interamente da quella realtà economica che ci gira intorno.

Un giorno vedremo scomparire il tabacco e credo davvero che lo svapo sia il futuro  di un piacere e una necessità antica quanto l'esistenza dell'essere umano su questo pianeta; ma ritorni a essere quel che era ossia un modo per abbandonare il tabagismo. Ogni qualvolta non parliamo abbastanza ma anzi ironizziamo o siamo scettici sull'abbandono della nicotina; ogni qualvolta pompiamo gli apparecchi e/o i prodotti in toto che utilizziamo, invece di parlare dello svapo delle origini,  dello scopo primo dello svapo, noi ci esponiamo alle macchinazioni delle grandi compagnie del tabacco, dei farmaci, nutriamo l'individualismo degli svapatori e alimentiamo il pregiudizio fondato sulle degenerazioni che la scorsa estate abbiamo visto negli Stati Uniti.

Quando invitavo a partecipare a Grassroots, che credo quasi nessuno abbia considerato, dicevo di mettersi nei panni di un legislatore europeo del tutto inconsapevole dello svapo. Mettetevi nei suoi panni, immaginate che cerchi su Youtube la parola vaping e pensate cosa possa capire dello svapo, dei suoi bisogni, del suo scopo da quel che può vedere o leggere.

:12_slight_smile:

Link to post
Share on other sites

Ciao @Renata1hai ragione da vendere! Quando parli dell'individualismo tutto nostrano che vediamo e consideriamo solo ciò che ci gira intorno. Per non parlare di quanti dalla tastiera del pc spaccano le montagne, salvo poi non muoversi fisicamente d'un millimetro quando si tratta di mettere in pratica le teorie. Gente che però si mette in gioco ne vedo, magari non sono moltissimi ma finché ci sono mi sento di sostenerli. Ogni giorno mi tocca lottare contro la disinformazione, sapessi quanti, a fronte di un paio di morti in America, che fra l'altro non centrano nulla con lo svapo, mi dicono, "si ma lo svapo uccide" riferendosi proprio a quel paio di deceduti. E  via a spiegare che se in una siringa ci metti veleno, non è cattiva la siringa sei pazzo tu che ti spari il veleno, e così la e-cig. In ogni caso non mi posso permettere il lusso di ascoltare frottole e non cercare di smentirle. Sento e leggo che sei una persona preparata ma sento anche una ovvia stanchezza nell'affrontare quelli che sembrerebbero problemi enormi, anzi enormi lo sono ma non insormontabili. Risultati sono stati raggiunti, continuiamo, facciamoci goccia che scava la roccia! :14_relaxed:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.