Jump to content

Raccolta e smaltimento mozziconi a carico dei produttori di sigarette


Recommended Posts

mozziconi.jpg
Schermata-2020-10-19-alle-13.07.07.png
Roberto Morassut

I produttori di sigarette dovranno farsi carico delle spese di recupero e smaltimento dei mozziconi. Lo ha annunciato Roberto Morassut, sottosegretario all’ambiente, rispondendo all’interrogazione di Vincenza Labriola (Forza Italia).
L’abbandono incontrollato dei mozziconi di sigarette – ha spiegato Morassut – comporta un innegabile impatto ambientale” anche perché “all’interno del mozzicone possono essere presenti diverse sostanze pericolose”. L’Italia dovrà recepire entro il prossimo 3 luglio la cosiddetta Direttiva Sup (single use plastic) stabilendo “l’istituzione di schemi di responsabilità estesa del produttore, da adottare entro il 5 gennaio 2023, proprio per i prodotti del tabacco con filtri e filtri commercializzati in combinazione con i prodotti del tabacco”. Tale disposizione prevede che i produttori sigarette “dovranno sostenere – ha continuato Morassut – sia i costi delle misure di sensibilizzazione previste dalla Direttiva sia i costi di rimozione dei rifiuti di tali prodotti dispersi e il successivo trasporto e trattamento. Dovrà dunque essere assicurato che i produttori coprano i costi della raccolta dei rifiuti di tali prodotti conferiti nei sistemi di raccolta pubblici, compresa l’infrastruttura e il suo funzionamento e il successivo trasporto e trattamento. La realizzazione del sistema di raccolta darà quindi via alla creazione ed allo sviluppo della relativa filiera, comprese anche tutte le possibili modalità di riciclaggio e recupero che si rendono disponibili per questa tipologia di rifiuti”.
Secondo le statistiche, ogni anno vengono gettati nelle acque marine e oceaniche circa 5.500 miliardi di mozziconi, di cui circa 5 miliardi con il filtro. E con essi vengono rilasciati migliaia di miliardi di rifiuti contenenti plastica, acetato di cellulosa e tutte le componenti tossiche e nocive derivante dalla combustione del tabacco. Solo in Italia In Italia ci sono circa 14 milioni di fumatori che mediamente consumano 14 sigarette al giorno; significa cioé che ogni anno vengono prodotti oltre 71 miliardi di mozziconi e circa il 40 per cento di questi vengono gettati a terra. Una malsana e incivile abitudine dettata da ineducazione e inciviltà.
Per contrastare questa incivile abitudine, la città di Amburgo potrebbe essere d’esempio: il comune ha creato le Waste Watcher e sono, più o meno, gli angeli custodi cittadini nella pulizia di strade e piazze dalle cicche di sigarette. Si tratta di una trentina di agenti impiegati dal comune della città tedesca che vengono sguinzagliati per le strade a caccia di trasgressori. Perché gettare le cicche di sigarette in Germania è un illecito serio e i controlli sono severi. A Berlino, ad esempio, le multe oscillano fra i 20 e i 100 euro.

474x95_sigmagazine_tutti-brand.jpg

L'articolo Raccolta e smaltimento mozziconi a carico dei produttori di sigarette proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.