Jump to content

Esperti a confronto sulle politiche di riduzione del danno da tabacco


Recommended Posts

no-fumo-tabacco.jpg

Si terrà mercoledì 30 settembre e giovedì 1 ottobre un webinar di approfondimento sulla quindicesima edizione del Who Framework Convention on Tobacco Control, la convenzione quadro sulle politiche antifumo organizzata annualmente dall’Organizzazione mondiale della sanità. Adottata quindici anni fa con l’obiettivo di proteggere dalle devastanti conseguenze sanitarie, sociali, ambientali ed economiche del consumo e dell’esposizione al fumo di tabacco, gli esperti cercheranno di tracciare un bilancio dell’attività svolta e dei risultati ottenuti.
Nella prima sessione si parlerà di come affrontare la diversità e lo sviluppo nel controllo del tabacco. Le malattie legate al tabacco continuano infatti ad aumentare tra le donne e le minoranza nei paesi a basso e medio reddito, soprattutto nel sud est asiatico, in Africa e nelle popolazioni indigene dell’Oceania. Inoltre, la comunità Lgbt è influenzata in modo sproporzionato dal tabacco: nel complesso, il 20,6% degli adulti Lgb e il 35,5% degli adulti transgender fuma sigarette rispetto al 14,9 per cento degli adulti eterosessuali.
Nella seconda sessione sarà invece trattata la riduzione del danno da tabacco in senso generale e le attuazioni pratiche e politiche per metterla in atto. Ogni anno meno del 10% dei fumatori abbandona la sigaretta con successo e si stima che i tassi di recidiva per i fumatori vadano dal 60% al 90% entro il primo anno. “Perché le aziende farmaceutiche o le aziende tecnologiche innovative non sviluppano prodotti migliori per aiutare i fumatori che tentano di smettere?”: è questa la grande domanda a cui tenteranno di rispondere gli esperti che interverranno.
I partecipanti alla prima sessione che in Italia inizierà alle ore 13 saranno:
Axel Klein, caporedattore presso Drugs and Alcohol Today;
Marewa Glover, direttore del Centro indipendente di eccellenza della ricerca: Sovranità Indigena & Fumo di Auckland;
Atakan Befrits, presidente di New Nicotine Alliance Svezia
Chifundo Kamwaza, specialista di ricerca ambientale e agricola ed ex assistente di ricerca nelle fasi di formazione del Malawi Agriculture Policy Advancement and Transformation Agenda Institute;
Navin Kumar, dottorando presso il dipartimento di Sociologia dell’Università di Yale
Nella sessione di giovedì 1 ottobre (ore 13 in Italia) è previsto l’intervento del professore catanese Riccardo Polosa, in qualità di fondatore del Centro di ricerca per la riduzione del danno da fumo dell’Università di Catania. Insieme a lui, interverranno anche:
Sudhanshu Patwardhan, medico e cofondatore del Centro per la ricerca e l’istruzione sanitaria;
Jed Rose, direttore del Duke Center for Smoking Cessation Research;
Derek Yach, presidente della Fondazione Smoke Free World;
Patricia Kovacevic, consulente di RegulationStrategy.com
Per partecipare è necessario registrarsi compilando l’apposito form.

474x95_sigmagazine_tutti-brand.jpg

L'articolo Esperti a confronto sulle politiche di riduzione del danno da tabacco proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.