Jump to content

Creiamo il sigaro toscano, analisi e sviluppo.


Recommended Posts

Non è una ricetta, ma uno sviluppo, questo scritto vuole essere un esercizio ed uno spunto per far capire un tipo di ragionamento (il mio, ma mica è scontato che è giusto) e provare a esplorare questo profilo.

La mia idea iniziale era di creare un toscano aromatizzato, ma per farlo volevo fare una base solida, csento già i puristi urlare, "Dagli all'untore!"

Per approfondire avremo sicuro bisogno di Giorgio @Hakerettoe di tutti quegli amici che conoscono bene il toscano e il toscanello ma prima di tutto bisogna dare una lettura al post di Giorgio sul sigaro toscano così entriamo nel mood giusto per proseguire:

Tutti abbiamo in mente la scatola dei toscanelli o dei toscani e tutti abbiamo ancora nel naso quel sentore di tabacco forte che aleggia nell’aria e ti fa pensare, Toscano!

Quali sono le note particolari di questa eccellenza italiana che è stata capace di diventare un simbolo, che rappresenta sia il popolo che i degustatori e provoca tante discussioni tra gli appassionati, le vedremo.

A questo punto tutti state pensando, ma come non lo sai? Ricrearlo? Facile, lo si estrae!

Certo, ma quello che noi vogliamo fare (beh, che io voglio fare insieme a voi e qui condivido i miei pensieri) è aggiungere le note mancanti dell’estrazione, aggiungere i dettagli, come la sua “fumata”, la parte speziata, l’affumicatura, la fermentazione, ecc. ecc.

Come prima cosa bisogna fare un’analisi, che è la prima cosa che si deve fare quando si vuole creare un liquido, bisogna studiarlo, per capire se è fattibile e come, se no è un mappazzone..  se non lo facciamo andiamo a caso, un po di questo e un po' di quello, ma saper fare mixing significa studiare e tanto, non solo gli aromi ma anche i gusti e come ricrearli con le cose che abbiamo a disposizione.

Non sottovalutiamo questo sigaro, ha tantissime sfumature e tante tipologie non facili da ricreare, per capire meglio dopo vi mostrerò una tavola aromatica proprio del Toscano.

Cominciamo ad addentrarci, cos’è un sigaro toscano? E’vintage, è moderno,qual è la nota principale? Ce ne sono tanti con sfumature diverse a seconda della provenienza, anche se principalmente due, ma avete già letto il post di Giorgio.

 

1201459056_cartatoscani.thumb.jpg.b59037b9226800e8c26a33db2be78ff7.jpg

Sappiamo tutti è che il nostro amato troncoconico è fatto di Kentucky nazionale, con qualche variante che usa per la foglia esterna il Kentucky americano (ecco perchè in qualche mio puerile tentativo da nubbio, anni fa usavo il Western della TPA) creato dalle abili mani della famosissime sigaraie, le prime della lotta industriale femminile in Italia, la signora sotto non è cubana.. è toscana ed è una delle più vecchie sigaraie:

 

sigaraia.thumb.jpg.661786c1e31706b34bded5881c0eea37.jpg

 

La peculiarità conosciuta da tutti è che questo tabacco nostrano è un fire cured fermentato, quindi in assoluto la prima nota da aggiungere a qualsiasi Kentucky è un additivo che aumenti la fermentazione del tabacco, quindi:

Joy e Liquid Amber della FA vanno subito valutati come additivi.

La seconda nota più famosa di questo sigaro è l’amaro, è un sigaro ben bilanciato tra l’amaro e il salato, additivi:

Sour/acido mallico e Soluzione salina, con l’AM da bilanciare bene, e la soluzione spinta, così bilanciamo sia il PH che la dolcezza della VG.

A proposito, parlando di base da utilizzare, andiamo assolutamente contro corrente (non sarei io!)  per questa nostra valutazione usiamo 35% di VG  di conseguenza la base e la base sarà 65PG 35VG, tranquilli avremo la nostra fumosità..

Il corpo, componente legnosa e speziata, qua avremo bisogno di Giorgio per definire la nota speziata, che spezie? Io azzerderei un “chiodi di garofano” Clove della INW oppure Flash della FA per il “pepe”

Per la componente legnosa non abbiamo problemi, dobbiamo pensare che la lignina in questo particolare tabacco italiano è molto alta, Legno di quercia FA, Red Oak TPA, Wood FLV chi più ne ha, più ne metta, questi non ci mancano.

Vediamo le altre due note difficili che sono lo stallatico e il cuoio, queste sono note peculiari ai toscani giovani, con il tempo si perdono, c’è chi le cerca chi no, per la nota stallatica il Kentucky della La Tabaccheria, è sicuramente forte, ma se non bastasse abbiamo a disposizione Kuhmist della Club Der Dampfer, per la nota cuoio, so per certo che Shane della VSO Flavours ci sta lavorando sopra, attualmente che io sappia non è in commercio, ma anche se non è così basilare avremo l’ambra che ci aiuta (ma è un gusto secondario del cuoio insieme al castorio, che non vi dico com’è fatto..)  

Un altro aiuto per la nota cuoio potrebbero essere due tabacchi assoluti cioè: Black for Pipe e Dark For Pipe della INW, i più cuoiosi tra gli estratti dalla concreta, sarebbe un buon supporto alla nota principale.

Siete ancora con me? Ecco la tavola aromatica, il sito non me la lascia ingrandire:

 

toscano.thumb.jpg.b0a646916bfed6ea9f1714740bf1266f.jpg

Da questa tavola aromatica possiamo capire tutte le note principali, le note secondarie e i dettagli, quelle che arrotonderanno il nostro liquido e ne potranno dare una direzione a seconda delle preferenze personali e tipologia di Toscano.

Una parte importante parlando di fire cured e affumicatura ci sono due additivi basilari, il primo, quello deve dare l’affumicatura il sentore dl fuoco di campeggio è di nuovo un FA, il Black Fire, la definizione stessa della FA è: “Un intenso sentore di fumo legnoso con delicate note caramellate di fondo” vedete che per il nostro profilo è perfetto!!

L’altro che molti di noi conoscono è il Dirty Neutral Base, detto DNB della INW che sarà quello che dà la nota affumicata e di cenere

Le note di dettaglio saranno dei gusti personali, abbiamo la nota Caffè, e ci vedo bene sia UP sia Dark Bean della FA, UP perché ha dei cereali dentro, il caffè perché ha una nota amarognola che ci serve, stiamo parlando di percentuali intorno allo 0,07%, idem per la cioccolata la FA che va benissimo se tenuta bassa.

Come avete visto dalle percentuali lo stiamo veramente definendo nei particolari.

Le altre note che possono influire sul dettaglio sono quelle della liquirizia, l’erbaceo, la frutta secca, devo dirvi quali usare?? Non credo serva, tutti FA senza problemi... ah già vi sento dire… va tutto bene, ma tu l’erbaceo da dove lo tiri fuori? Lettori di poca fede, dal Reggae Night della FA miei cari, senza scomodare altri tabacchi fienosi che andrebbero a rovinare il mix, mi raccomando quel Virginia, lasciatelo lì dov’è...

Se volete approfondire il discorso dei tabacchi assoluti e estratti dalla concreta vi metto il link dei fornitori della INW.. shhh non ditelo a nessuno.

https://galen-n.com/tobacco-concrete/

https://galen-n.com/tobacco-absolute/

Spero siate arrivati fin qua, questo post vuole essere solo un inizio di discussione anche se credo di aver analizzato bene il profilo,  chiaramente non essendo un esperto di tabacchi estratti e men che meno del sigaro toscano, io fumavo i cigarillos tipo Hamlet e Cafe creme o come serale in occasioni speciali, con cubani a caso.

Aspetto i vostri commenti e suggerimenti per poter migliorare queste idee e sapere quali note enfatizzare, insomma scrivete!

Edited by Frank-Iv3shf
Link to post
Share on other sites

L'unione black fire e sigaro mi fa venire in mente il kentucky usa tabaccheria o la proposta di altri produttori come t3.0 o blendfeel, tutti aromi che con i toscani hanno ben poco in comune proprio per colpa di quella parte affumicata che sembra inevitabilmente finta, pur apprezzando il bf (aroma con cui ho smesso di fumare) e il kentucky usa non li associo proprio al toscano. Affumicatura è un qualcosa di relativamente soft che sì, associo al toscano una volta che si accende e quindi "risvegliato" dalla combustione, il sapore dell'affumicatura è un'altra cosa che associo ad esempio al salmone affumicato.

Sempre rimanendo in casa tabaccheria, la loro proposta "sigaro italiano" che tanti associano ad un mix di kentucky, burley e una punta di latakia per me non è altro che kentucky con un mix di sigari cubani. specialmente il piloto dello stesso brand che ha una nota legnosa e combusta/tostata simile al burley (cosa che per me trae in inganno le persone). Anche se cuba e toscana sono lontane usare cose come il piloto mi sembra il modo più facile per rendere più ricco.e veritiero il bouquet, sia sulla parte legnosa/vegetale che "affumicata".

Nota legnosa: se c'è una cosa che non manca mai nei vari kentucky è proprio questa, ovviamente ci sono kentucky con questa nota più accentuata e altri che la tirano fuori solo quando si svapano su atom più sul secco (voi utilizzatori di zanzariere non avete questo problema), ma ad ogni modo mi sembra un peccato doverla "ricreare" o boostarla artificialmente.

Sullo stallatico anche qui ci sono kentucky molto più marcati su questa nota, il che mi porta a pensare ancora di più che la via da seguire sia mischiare i vari kentucky già in commercio. Il kuhmist ho sempre sognato di provarlo e sarà il primo aroma da carellare se mai mi deciderò ad ordinare dal club.

Usare il flash mi sembra l'opzione migliore non solo per la speziatura ma per colmare la mancanza di combustione tramite un hit più accentuato anche svapando a nicotina bassa. Forse si potrebbe pensare anche ai vari zero di blendfeel anche se non ho sentito pareri molto positivi.

Sulla salina ho sperimentato in diversi modi, dai liquidi con il popcorn ai tabacchi sintetici agli organici, senza sentire mai grandi differenze. Esistono brand con una % maggiore di "sale" o sono io che non riesco a percepirla? C'è da dire che ho sempre usato quelle monouso da pochi ml, quindi sempre "fresca". 

P.s: ho scritto tutte ste cose pensando a una ricetta finale ibrido con una base di kentucky estratto in commercio "integrandolo" sia con altri organici che con sintetici, se l'intenzione è solo sintetici mi mancano leggermente troppi aromi da assaggiare per contribuire,

Edited by SADBOY
Link to post
Share on other sites

Caro @Frank-Iv3shf, ti ringrazio per il fatto che mi hai chiamato in causa ma ti sarò di scarso aiuto, purtroppo.

La mia esperienza è sostanzialmente centrata sugli estratti o macerati e, da quando mi estraggo gli aromi in casa, ho anche perso di vista il mercato degli aromi commerciali. Una cosa, però, mi affascina del tuo ragionamento: scardinando il pensiero classico introduci dei fattori ai quali non avevo pensato. La base cenerosa Inawera è sicuramente di aiuto e probabilmente la soluzione salina è un ottimo espediente. Gli assoluti e concreti Inawera sono prodotti con tabacchi bulgari, quindi orientale. Probabilmente non riconosco in loro il supporto che potrebbero dare. Forse una nota di Perique e Latakia potrebbero aiutare...
La mia idea di Toscano è l'Antico Toscano, il profilo è ruvido da Kentucky ma non USA (la salsa Barbecue non fa parte di questo profilo), il fermentato può essere presente con la nota direi pepe, il legnoso evidente forse con il legno di quercia FA. 

Ti potrei dire che la mia versione è molto vicina al ricordo analogico ma si basa su aromi autoestratti e quindi non ha valore per questo thread ma la prossima volta che la preparo userò la tua idea iniziale della base con un 60/35/5 PG/VG/Soluzione salina.

Link to post
Share on other sites

Ottime consigli, grazie @SADBOY è proprio quello che cercavo, e molte cose sono in linea con i miei pensieri, ho espresso quasi tutte le opzioni in modo da dare la tavolozza completa dei colori e carpire le idee di tutti.

Tutto è nato dal post di Giorgio, la mia fantasia galoppa quando leggo certe istigazioni a delinquere. 

Sì la mia intenzione è di affinare un mix organico/i - sintetici in modo da avere una nota di testa di sigaro Toscano per poi aromatizzarlo e creare un "Fusion", ma prima cosa bisogna fare un Toscano decente, visto che in commercio non mi sembra ci sia e che comunque non so come è fatto, me lo faccio io.
Con Giorgio @Hakeretto in altre occasioni si è parlato del mix sigaroso, Piloto Cubano-Mata Fina,e io in uno dei miei pasticci sono rimasto sorpreso dal sigaro che è venuto fuori dal mix Piloto LAT-Perique VAP (mi chiedo ancora come mai..) ed è per questa strana combinazione che ho deciso di affrontare il Toscano che non è un profilo semplicissimo.

Andando per gradi, NO al Black Fire se no tendiamo verso un KY USA.. e aggiungiamo una cosa finta.

SI' ad aggiungere Piloto, lo avevo in mente, ma lo tenevo in parte proprio perchè la repubblica Dominicana e la Toscana sono far apart.. ma sicuramente dal mio punto di vista non è così pesante da essere notato come il Mata Fina.. ed è un'ottimo suggerimento in linea con i  miei pensieri, cioè: o lo rafforzo con un altro KY o aggiungo Piloto, ma non volendo rischiare a caso con un altro KY  e visto che ce l'ho..

Nota legnosa.. qua possiamo parlarne all'infinito, questione di gusti, chiaro che se fai lo strato con un altro KY non ci sta, facendolo con il Piloto, secondo me sì, un TPA al 2,5% ci sta e come da tavola aromatica è una caratteristica frontale come l'amaro: decisamente Sour o AM vanno alti, anche se di solito è un additivo che tengo molto basso.. oserei un 1% di Sour (acido mallico diluito al 20%) se no Acido Mallico al 0,5%..

Lo stallatico l'ho affrontato sopra sì nei Toscani giovani, un tocco nei vecchi, siccome per me (usando zanzariere) nel LAT ce n'è a sufficienza... niente Kuhmist.

Ok per il Flash, nota giusta, al 3% visto che poi svanisce, diamo un hit pronunciato all'inizio che a steeping avvenuto sarà diminuito.

Per quanto riguarda un all Sinth, c'è l'idea e ne parlavo con Simona, ma anch'io dovrei ordinare il Kuhmist, 10ml sono carucci e attualmente la CDD non ce l'ha, bisognerà trovare qualche altra strada. tipo erba in decomposizione... :4_joy:

Faccio un due test e riporto..

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Partirei da qua:

https://vccalc.vapingcommunity.co.uk/recipe/15871/6f570dbd36bb25a52febc40cf0726be0a5698768a55dc4804ba0e6a18fac02d2

Flash - Flavour Art 3.00%

Kentucky - La Tabaccheria 8.00%

Piloto Cubano - La Tabaccheria 4.00%

Red Oak - The Perfumers Apprentice 2.50%

Sour - The Perfumers Apprentice 1.00%

Tobacco, DNB (Dirty Neutral Base) - Inawera 0.75%

your thoughts?

Link to post
Share on other sites

 

Il 9/9/2020 at 18:58, Frank-Iv3shf ha scritto:

visto che in commercio non mi sembra ci sia e che comunque non so come è fatto, me lo faccio io.

Al momento il sigaro italiano è l'unico aroma che ha tentato di avvicinarsi ai toscani, il trend per ora è fare kentucky semplicemente marcati su una delle loro note o addizionarlo di affumicatura.

Quella ricetta sembra ottima (magari leggermente troppo carica per i miei gusti, mi asfalto solo a leggerla); il kentucky lt è uno dei kentucky più bilanciati ma allo stesso tempo ricchi di note in commercio quindi difficile trovare una base migliore. L'unica cosa che manca è un pò di dolce, che per tanti può sembrare una bestemmia ma quel dolce se messo nel modo giusto può boostare tutte le altre note, quella vegetale/legno in primis, quindi farei massimo base 55pg/45vg.

Ho dimenticato il pepper farm blendfeel che potrebbe essere usato come additivo sia per una pepatura più "reale" che per rinforzare la parte di kentucky, unico problema è che contiene un pò di perique, e pur portando lo stallatico snatura la "purezza" della ricetta. Altra cosa, un tocco di salato per dare una sensazione di sporco/terroso lo aggiungerei, anche se conosco solo l'acetyl che si avvicina a questo e non credo sia "indicata" al 100%.

Come sempre ricordo che non sono assolutamente un mixer e che potrei aver detto cose non propriamente esatte.

Link to post
Share on other sites

OK roger that, non l'ho ancora fatta, ho solo buttato giù le idee e la sto "digerendo" mentalmente.

 

13 hours ago, SADBOY said:

Come sempre ricordo che non sono assolutamente un mixer e che potrei aver detto cose non propriamente esatte.

Il brainstorming serve a questo, avere i pareri di tutti, poi si esplora una strada e si scoprono le cose insieme, ognuno dà una mano alla sua maniera con le sue conoscenze, tu mi fai notare dei dettagli io penso a come attuarli, leggi sotto:91_thumbsup:

Hai ragione, L'AP è esclusa in maniera assoluta, nocciola e tostato, non centra niente o gran poco.

il problema (relativo) potrebbe essere la nota terrosa, la Soluzione Salina mi sono dimenticato di aggiungerla, mea culpa, ma il problema resta la nota terrosa "Earthy note" la prima che mi viene in mente è la Papaya TPA (Ecco che vi sento dire: Papayaaaaaa??? e la mia risposta è: Avete fatto i compiti??:4_joy:) che ha una forte nota terrosa e aggiungerebbe quel dolce non dolce.

L'altra papabile è Pumpkin Pie (Spice) CAP, leggermente amara con note di terra speziata, credo di ricordare noce moscata.

Se lo vogliamo "sporco" il Taro della TPA (un pò mi secca dare questo suggerimento, ci copieranno la ricetta in un secondo e poi la mettono in commercio..:4_joy:)

Da fare dei test, ed ecco già 4 samples, già si comincia a ragionare..

 

 

Link to post
Share on other sites

Ho preparato stamattina 10ml di kentucky, piloto e salina, dimenticando l'iniziale ratio di pg/vg ed optando per un liquido finale (quindi aromi già compresi nel pg) 55% pg, 45% vg e 5% h20 con 4% kentucky e 2% piloto e l'ho provato in due atom.

In entrambi gli atom il risultato mi è sembrato buono, sia con l'atom adatto alle mixture dalla resa neutra che con l'atom più secco. Come mix è già pienissimo di suo, sia kentucky che piloto li considero ottimi all day ma insieme creano qualcosa di davvero appagante, specialmente se si cerca un aroma "forte" come può essere un latakia o un aromatizzato alcolico. Alla fine dei "test" l'ho provato pure con una ichnusa e non mi ha fatto rimpiangere il latakia che di solito svapo quando bevo una birra.

Ovviamente nonostante sia buono non è ancora vicino al toscano vero, ma come "base" ci sta tutta.

Se fossi un produttore di aromi mi sa che spingerei più la mano sul piloto, lo svapatore medio non esperto di sigari si sentirebbe sicuramente più "ingannato" dal piloto facendo riaffiorare il ricordo non solo del toscano ma anche di altri sigari provati in passato, cosa che personalmente a me è successa assaggiando la prima volta il piloto. 

Se un noto store che non posso nominare si decide a fare un codice sconto vedrò di procurarmi anche la roba della tpa.

Edited by SADBOY
Link to post
Share on other sites

Basterebbe aggiungere del Mata fina per ingannarlo totalmente, ma vorrei cercare di restare sul profilo originale il più possibile, credo che sia proprio il Kentucky basso e il piloto a quelle percentuali prende il sopravvento, lo stallatico del LAT viene fuori dopo il 5 dal mio punto di vista. Oggi faccio i test con la prima versione.

Link to post
Share on other sites

Per assurdo una volta che stavo versando il Kentucky il mio cervello a un certo punto ha detto: Stop! Ero al 7 non all'8.. quindi di conseguenza la presenza del Piloto si fa sentire, allo shake è buono è molto secco, quindi un pò lontanto dalla nota cremosa, vedremo quando si omogeneizza il tutto.

Flash credo lo toglierò, l'AM l'ho abbassato, quindi intanto ho fatto questa che già va bene!

http://tjek.nu/r/ALB6

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.