Jump to content

Editoria e pubblicità: 50% credito d’imposta per investimenti 2020


Recommended Posts

Sigmagazine.jpg

Le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che intendono investire in pubblicità sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, per promuovere i propri prodotti e servizi possono avvalersi di un contributo sotto forma di credito di imposta fino al 50% della spesa sostenuta”. Il presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, ha così commentato l’inizio del periodo utile – dal 1 al 30 settembre – per l’invio della domanda per l’accesso al credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari sulla stampa effettuati nel corso del 2020. “Si tratta di utilizzare uno strumento, come quello costituito dalle testate quotidiane e periodiche di informazione, economicamente conveniente, di efficacia riconosciuta, vicino ai cittadini”, ha spiegato. Schermata-2020-09-04-alle-13.06.03.pngQuest’anno – ha precisato – la Fieg ha chiesto ed ottenuto che, per contrastare il crollo della pubblicità derivante dall’emergenza Covid, il credito di imposta fosse calcolato sull’intero valore degli investimenti pubblicitari realizzati e non sull’incremento rispetto al 2019. Possono pertanto presentare domanda all’Agenzia delle Entrate per l’agevolazione anche i soggetti che non hanno effettuato investimenti pubblicitari nel 2019 e i soggetti che hanno iniziato l’attività quest’anno”. “È un’occasione da cogliere – ha concluso – preziosa e che aiuta: le imprese e i lavoratori autonomi a comunicare con clienti ed utenti, i giornali ad acquisire risorse per continuare ad informare in maniera qualificata e l’economia ed il Paese a ripartire”.
Il credito d’imposta è dunque uno strumento che può far ripartire l’economia dell’editoria e allo stesso tempo rilanciare l’immagine pubblica delle aziende, soprattutto quelle colpite dal blocco a causa dell’emergenza pandemica. Per tutto il 2020 Best Edizioni, editore di Sigmagazine, ha scelto di abbattere del 50 per cento le tariffe pubblicitarie sul quotidiano online e del 20 per cento sull’edizione cartacea. Agevolazioni che, sommate all’incentivo statale, potranno ridare slancio all’immagine commerciale delle aziende della vaping, già limitate dalla normative in essere. Si ricorda, infatti, che i prodotti liquidi da inalazione e le sigarette elettroniche possono essere pubblicizzate senza alcuna restrizione o rischio di sanzione soltanto sulla stampa specializzata rivolta agli operatori del settore.

474x95_sigmagazine_tutti-brand.jpg

L'articolo Editoria e pubblicità: 50% credito d’imposta per investimenti 2020 proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.