Jump to content

Metalli pesanti in sangue e urine: con la sigaretta elettronica stessi livelli di chi non fuma


Recommended Posts

test-metalli-pesanti.jpg

I livelli di piombo nel sangue e di cadmio, bario e antimonio nelle urine erano simili fra i partecipanti che usano le sigarette elettroniche e quelli che non la usano”. Queste le conclusioni di uno studio, intitolato “Association of electronic cigarette use with lead, cadmium, barium, and antimony body burden: Nhanes 2015-2016”, che sarà pubblicato sul numero di dicembre 2020 della rivista Journal of Trace Elements in Medicine and Biology. A occuparsi dell’esposizione ai metalli degli svapatori son due ricercatrici dell’americana West Virginia University: Ruchi Bhandari, del dipartimento di epidemiologia della Scuola di salute pubblica dell’ateneo, e R. Contance Wiener, della Scuola di odontoiatria.
Per determinare se esiste un’associazione fra l’uso della sigaretta elettronica e alti livelli di metalli pesanti nel corpo – tema di forte preoccupazione negli Usa e non solo – le ricercatrici hanno analizzato i dati del National Health and Nutrition Examination Survey (Nhanes), relativi agli anni 2015 e 2016. Si tratta di un programma di studi che valuta e tiene traccia dello stato sanitario e nutrizionale di adulti e bambini negli Stati Uniti. A condurlo è il National Center for Health Statistics, che fa parte dei Centers for Disease Control e Prevention e, dunque, ha tutti i crismi dell’ufficialità.
I partecipanti sono stati classificati in tre gruppi: quelli che non avevano mai fumato né utilizzato l’e-cigarette; quelli con una storia di fumatori (compresi gli utilizzatori duali); e gli utilizzatori esclusivi di sigaretta elettronica (attuali o ex). I risultati sono molto incoraggianti, perché il lavoro rileva che “l’uso attuale o passato dell’e-cigarette non ha raggiunto una rilevanza statistica nell’associazione con i metalli”. In altre parole, gli svapatori avevano livelli di piombo nel sangue e di cadmio, bario e antimonio nelle urine del tutto simili ai componenti del primo gruppo, quelli che non avevano mai fumato né svapato.
Risultati diversi, invece, rilevati per i partecipanti con una storia di fumatori e per gli utilizzatori duali. Questi avevano maggiori probabilità di avere livelli più alti di piombo nel sangue e cadmio nelle urine, sempre rispetto al primo gruppo. Insomma, anche il lavoro scientifico di Bhandari e Wiener conferma molti studi passati, smentendo per l’ennesima volta una preoccupazione infondata.

474x95_sigmagazine_tutti-brand.jpg

L'articolo Metalli pesanti in sangue e urine: con la sigaretta elettronica stessi livelli di chi non fuma proviene da Sigmagazine.

Questo articolo è stato importato in modo automatico da Sigmagazine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online

    No members to show

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.