Jump to content

Gus iou rta mtl single coil kit


Recommended Posts

Buongiorno a tutti!

Oggi voglio portare alla vostra attenzione un atom da guancia prodotto da Gus.

Di sicuro non ha bisogno di presentazioni, però parliamo di un gioiellino artigianale in grado di competere con la bellezza dei gingillini pandora, morellato e così via! :finna:

Oltre ad avere fascino, nella cura dei dettagli, nell'estetica, riporto l'incredibile successo e la fama che si è conquistato in tutto il web (qui non parlo di esperienza personale).

Nei dettagli, ritroviamo il suo diametro nei 22mm, con una lunghezza di 44mm. Il materiale che lo costituisce è SS 304L, con rifinitura a scelta tra polish, matte e sanded, rispettivamente lucido, opaco e sabbiato. Il connettore è 510, il deck possiede due fori da 1,2mm sotto la coil, tre fori da 1,7mm su entrambi i lati della base, che lo rendono sicuramente arioso e dedicato maggiormente al flavour. Sono presenti due canali scavati con pendenza, per convogliare il liquido verso il cotone, che troverà un preciso alloggio grazie alle asole di contenimento.

Drip tip 510, tank e rispettivo anello, si chiudono ad incastro, con doppio o-ring che rende sicura e rigida la tenuta, a differenza del primo modello in cui base deck e drip tip ne avevano soltanto uno; dunque privi di filettatura, presente esclusivamente nella campana da avvitare.

Questa versione, IOU, è diversa da quella IOU-r, in quanto possiede un tank in pmma (polimetilmetacrilato, anche in questo caso leggermente opacizzato), non presenta la ghiera dell'AFC nel deck, tuttavia la stessa funzione dipende dal tank pmma forato che rotea su di esso. Inoltre, è assente la sleeve, la manica/tappo che copre gran parte del tank, per sigillare il foro di refill, laterale, sostituito da un anello che chiude semplicemente quel foro, donando forse un tocco di classe in più (e qui parliamo sul personale, dunque è soggettivo).

Ho parlato di kit! Già, perche di serie viene venduto a circa 160€ con un camino, quello generico che lo rende equilibrato: è possibile acquistare gli altri ad un prezzo di circa 30€. Nel kit, sono presenti altri due camini, per un prezzo complessivo di 150€, una bella offerta! I camini in questione sono consigliati per i tabacchi, il tbc chimney, e per liquidi cremosi/fruttati, l'extreme chimney, riconoscibili da una foglia per il primo ed una stella/girandola nel secondo, a differenza della corona presente su quello classico, il normal.

Non sono presenti ricambi, ad eccezione delle due vitine bloccafilo e degli o-ring, due per il deck, uno per la parte superiore del tank ed uno per il drip tip, dunque due mancanti all'appello per un ricambio completo (ne manca uno superiore per il tank ed uno per il drip tip). Non può mancare il sacchetto firmato I :red_heart: GUS!

 

Cosa ve ne pare?

Ho intenzione di provarlo con filo Kanthal A1 28ga 0,321mm, 6 spire su diametro 2mm, poi successivamente 2,5mm.

Voi che configurazione addottereste? (Filo, marca, cotone, wattaggio, flusso termico ed altre variabili.)

...

Buono svapo a tutti!

gus-iou-sanded-finish.jpg

Link to post
Share on other sites

beh, direi che hai centrato la coil al primo colpo

le classiche 6 spire di 0.32 ( dipende dal materiale ovviamente , a seconda se tu lo usi su circuito , tc o mech) su punta da 2.

Non ce la vedo la punta da 2.5, intaseresti il deck , non avresti spazio dietro ai due dentini per mettere tutto quel cotone; in piu' saresti obbligato ad alzare la coil, ne andrebbe a discapito dell'aroma.

Allora, bella presentazione dello Iou, dimmi un po' come ti trovi? Come ben sai sono io il primo responsabile del tuo acquisto, spero di averti consigliato bene una settimana fa. Volevi il top per il tuo tipo di svapo, ed io il top penso di averti suggerito. 

Poi c'e' sempre @tabacche ha lo Iou, ho mi sono fermato all'Etz, allo Zest ed a due Menelaus ( venduti, troppo troppo troppo stretti anche per me che solitamente svapo con tiri al limite dell'enfisema). Comunque a 150 , con quella dotazione, era un'offerta direi irrinunciabile. Io avevo provato il suo Iou , ed era troppo aperto per i miei gusti, altrimenti un pensiero ce l'avrei fatto. Metti la tbco quando vorrai svaparti un tabacco come si deve, la differenza tra la Extreme e la Tbco e' veramente notevole.

10600.png

Link to post
Share on other sites

@ConteRosso molto presto ti aggiornerò! E ti ringrazio di nuovo per il consiglio. Me lo sono studiato bene, ha tutte le caratteristiche per diventare il mio all-day, nonostante sia bello cambiare a seconda dei momenti della giornata. Devo solo trovare qualche liquido valido per un atom così pregiato. Quindi, sono convinto che tu abbia consigliato alla perfezione, viste anche le mie la preferenze ariose, dunque grazie amico mio.

29 minuti fa, ConteRosso ha scritto:

beh, direi che hai centrato la coil al primo colpo

le classiche 6 spire di 0.32 ( dipende dal materiale ovviamente , a seconda se tu lo usi su circuito , tc o mech) su punta da 2.

Non ce la vedo la punta da 2.5, intaseresti il deck , non avresti spazio dietro ai due dentini per mettere tutto quel cotone; in piu' saresti obbligato ad alzare la coil, ne andrebbe a discapito dell'aroma.

Perfetto, hai chiarito il punto, volevo effettivamente rendermi conto dell'ariositá. Andiamo sul classico che però in questo caso, probabilmente, è la configurazione migliore, sempre soggettivamente parlando.

Diciamo che è stata un'offertona, nonostante il budget altino. Tuttavia quest'ultimo non rappresentava un problema, dunque ne ho approfittato!

Per la tbc chimney, assolutamente, la proverò per evidenziare le differenze. Adoro i tabaccosi che presentano un sentore di liquirizia o caramello, immagino che organico sia stupefacente.

Link to post
Share on other sites

Non avrei nulla da aggiungere sulle coil da inserirci. 

Però una 2.5 non ce la vedo così male, fatta con dello 0.35 e aria tutta aperta, 8 spire. 

Mi serviva per tenere il flusso termico basso

Link to post
Share on other sites

e col cotone? Ci stava? @tabacnon so perche' Kos abbia voluto complicare la vita con i due fermacotone. Si andava tanto bene col deck classico con l'asola ed il cotone a freccia. Inserire il cotone dietro a quei due dentini e' roba da alta concentrazione :cry:..poi una volta che ci fai la mano diventa una routine, ma le prime volte qualche accidenti lo tiravo

10600.png

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Eccoci, a distanza di 40 giorni, posso finalmente esprimere un giudizio oggettivo su questo iou!

@ConteRosso questi dentini fermacotone fanno più paura alla vista che non nella pratica! Le prime due, tre rigenerazioni, hanno dato qualche problemino in termini di rallentamento. Incutono timore, tuttavia come qualsiasi cosa, esiste il metodo giusto! Dopo le prime prove non ho avuto problemi, anzi, più volte si sono rese utili per immobilizzare il cotone nella maniera adeguata (soprattutto in base ai liquidi che richiedono molto cotone per rendere).

Sembrerà una cantilena, però è un deck che va rigenerato "a modino", proprio come dite voi. Una determinata quantità di cotone, una determinata lunghezza dei baffi, una cura attenta delle caratteristiche (ho perfezionato più volte il cotone, dev'essere quasi bello, come se fosse dal parrucchiere!), spuntare un po' in alto, quasi a punta nei baffetti, pettinato, ben inzuppato. Forse è questa la parte più impegnativa, che però si trasforma in divertimento, almeno per me. Non è difficile, richiede solo attenzione, che con il tempo diventa abitudine. Con un allenamento simile, si è in grado di rigenerare qualsiasi cosa, più piccolo o più grande, proprio come disse Il Conte Rosso!

La coil, questa è una cosa che ho imparato davvero in fretta. Anche qui è il caso di farla il più precisamente possibile, ne va della distanza dai fori, la posizione che faciliterà il tragitto del cotone verso le asole, la resa stessa e l'hit. Unico particolare, cacciavite davvero fine, o si rischia di sfiorare la coil avvitando, mandando a quel paese la precisione geometrica ottenuta!

Refill, piuttosto agevole, per sicurezza ho sempre tappato i fori dell'aria e poi capovolto, stappandoli, per evitare perdite. Tuttavia, ho provato a refillare con gli stessi aperti e solo quando la rigenerazione non era "curata" è fuoriuscito qualcosa.

Il tiro è arioso ma molto piacevole, la campana extreme risalta particolarmente i fruttati e i cremosi, quella normale lascia un gusto equilibrato e mi azzardo a dire che possa essere utilizzata con qualsiasi cosa, che aiuta a rendere all day il vostro liquido. La campana tbc invece, dona quelle sfumature assenti nelle altre, se si parla di tabaccosi.

Anche in assenza di nicotina, la combinazione con il drip tip, se si ricerca un tiro più chiuso, tende ad accentuare l'hit. Soprattutto all'inizio, qualche volta mi ha quasi provocato la tosse! Anche qui bisogna ricercare l'approccio corretto. È un rta per professionisti! (ma questo non toglie che anche chi non lo è, come me, possa apprezzarlo a dovere)

Fin qui, ha parlato l'oggettività, seppur si tratti di esperienza personale. È un qualcosa che chiunque potrebbe notare, è proprio la caratteristica dello iou. Ora invece parliamo di soggettività!

Campana normal: qui the best è stata una ciliegia ghiacciata, con la sensazione di freschezza. Davvero all day nonostante si tratti di un liquido che potrebbe stancare.

Campana tbc: tabacco biondo, liquirizia e caramello. Era da tanto che non apprezzavo un tabaccoso. Davvero piacevole in un momento di relax, al pomeriggio, dopo un caffe seduti sul divano.

Campana extreme: ragazzi, qui ho trovato la goduria con un limone liquirizia, con le sfumature amarognole di un sorbetto ove si percepisce la buccia, unite alle note legnose della liquirizia, in sottofondo. L'ideale dopo una bella cena, mentre si serve il gelato.

Altre prove: ho utilizzato il drip tip del penodat (uno clone), mentre svapavo un tabaccoso. Tiro leggermente più chiuso ma apprezzabile. Rispetto alle classiche sei spire su punta da due, con kanthal a1 28ga, che probabilmente rappresentano il meglio su questo atom, ho provato la stessa combinazione ma su punta da 2,5, forse piu adatta ad un tabaccoso aromatizzato, e su punta da 1,7, alla ricerca di alcune sfumature su un fruttato. Per curiosità, ho provato ad avvolgere su una vite da 2mm, ottenendo maggiore spazio tra le spire, maggiore resistività e cotone che assorbe leggermente meglio il liquido, seppur siano poche le differenze a livello aromatico. (qui volevo divertirmi a sperimentare)

In conclusione, un atom stupendo, davvero un gioiellino, sul quale ho ottenuto il meglio a 13 Watt e con resistenze da 1.05 ohm, cotonate a dovere. Ricordo ancora lo snickerino... Si sentiva l'odore gia dal drip tip! Gnam! :4_joy: (Conte Rosso non volermene!)

Risultato, hanno azzeccato lo slogan, I Love Gus!

Link to post
Share on other sites

Comunque, guardavo adesso: la nuova batch di menelaus fatta da Kos per l'atelier è andata a ruba in poche ore. Adesso ce ne sono di più sul mercatino di fb che quanti ne aveva in negozio Rustichelli. 😂

Gente che l'ha comprato, ci ha fatto un tank pensando di vederci ns Signora, e si è accorta che ha un tiro al limite dell'enfisema. 

10600.png

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Ciao lo Iou-r lo adoro, anche se manco lo provo più con tabacchi scuri, mi fa talmente bene gli aromatizzati e i cremosi che mi basta e avanza. Il setup migliore punta da 2,5mm con 27 ga in kanthal, 6 o 7 spire, filo a sezione grossa più aromatico, che grazie alla maggiore aria di questo deck non scalda e si può usare tranquillamente. In video di super mega tester Gussari orientali si vede settare questo atomizzatore solo con 26ga in microcoil da 7/8 spire sempre su punta generosa da 2,5mm.  Se hai occasione provaci un 0,35 mm di filo, anche in Ni80 o acciaio, non te ne pentirai.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Burzumino ha scritto:

@Pancho eh, ogni volta che sento parlare di iou-r mi mangio le mani di non essermelo preso in tempo...:57_cry:

Ne vengono ancora caro...e sapessi che bene va base Momentous su corpo Iou-r...ahaha 🙊🤗

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...
Il 20/6/2020 at 18:23, ConteRosso ha scritto:

Gente che l'ha comprato, ci ha fatto un tank pensando di vederci ns Signora, e si è accorta che ha un tiro al limite dell'enfisema. 

No, se hai un tiro enfisemico, ma veramente enfisemico dal menelaus è colpa del proprietario che  sbaglia la coil. Ma non credo che il problema sia il tiro quanto la difficoltà a cotonare e il posizionamento della coil che fa perdere tanto aroma. Vedo certe cotonatura sul Re troppo approssimative e soprattutto troppo abbondanti.

Link to post
Share on other sites

Arrivato a tempo record lo Iou r kit da parte di svapolibero. Lavato e rigenerato al volo prima di andare a cena fuori. Usato il camino base per ora. 6 spire di ka1 0.25 su punta di 2 e via 

Maremma impestata come viaggia! Messo ad un foro solo parzializzato ed è perfetto. Non troppo chiuso ma chiuso il giusto come tiro. Aroma a secchi. Quasi a ceffoni. Che spettacolo di atom. Primo tank di Etrusco va che è bellezza 

Link to post
Share on other sites
57 minuti fa, ConteRosso ha scritto:

Vedi? L'entusiasmo poi passa velocemente..:4_joy:

Dovrei far vedere le tue foto a mia moglie, almeno la smette di rompere..

Fallo, ti merita. Ah io sono felicemente separato da poco quindi ora si che ho tolto i cordoni....quindi credo dovro' cercarmi un capannone... :)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy , per saperne di piu' o negare il consenso consulta la nostra COOKIE POLICY Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.