Jump to content
Dodi75

Pulizia e manutenzione di argento – ottone – rame – acciaio

Recommended Posts

Ciao a tutti, apro questa discussione, visto che questo argomento è spesso ricorrente.

L'obiettivo è fornire suggerimenti ed un primo aiuto ai chi si approccia per la prima volta ad articoli per lo svapo realizzati in metalli che richiedono particolari cure.

La maggior parte dei tubi meccanici sono solitamente costruiti integralmente in Rame ed Ottone. Le box BF contengono invece le lamelle e i contatti realizzati in materiali diversi: argento, rame, ottone. Tutti sappimo che dopo un periodo di utilizzo, più o meno lungo, tendo a perdere lucentezza, ed in alcuni casi a ricoprirsi di ossido e sporco.

Infatti Argento – Ottone – Rame, se non sono trattati con un bagno galvanico (placcatura o cromatura), risultano sensibili all’umidità ambientale, al sudore e ai residui dei liquidi usati, che in tempi variabili inficiano non solo l’aspetto (sporco ed ossidato) ma anche la conduttività e possono compromette il corretto funzionamento del dispositivo.

A questo si aggiungo in prossimità dei contatti elettrici le bruciature causate dagli archi voltaici che in alcuni casi creano veri e propri riporti di materiale o “saldature”.

Per conservare in buono stato questi oggetti e garantire un funzionamento ottimale nel tempo possiamo intervenire periodicamente con una spesa irrisoria riportandoli ai fasti del primo giorno dopo l’acquisto.

Per la pulizia dello sporco e dell’ossidazione di Argento – Ottone – Rame possiamo utilizzare:

  • Prodotto specifico per questi materiali (Sidol per Rame e Ottone, Argentil per argento) che ci permette di rimuovere sporco, ossidazione e opacità presenti sul metallo.
  • Sapone neutro, tipo sapone per le mani
  • Cotone idrofilo
  • Panno di cotone morbido
  • Spazzolino dei denti
  • Paglietta verde per i piatti
  • Carta assorbente

Pulizia.jpg.d625f6c41b303826c2cd2489b6a6aad2.jpg.e78fce78a63130dd58c509d363652c11.jpgspugna.jpg.1d6fb6e6644701314db0f5000e0f7776.jpg.a162182cefd0d9d131d3870cf1dbf3dd.jpgspugna-abrasiva-verde.jpg.bc11ce0eda522c9148417bf22202565e.jpg.8e7f64c6ee54096cd03f1c954f1828a4.jpg

Pulizia da Sporco e Ossidazione:

  1. L’applicazione e la pulizia con il prodotto specifico aiutandosi con del cotone idrofilo può essere accompagnata dall’aiuto con spazzolino per le filettature e le incisione, paglietta verde per rimuovere eventuali incrostazioni o punti particolarmente ossidati.
  2. Terminata questa fase, le parti pulite vanno lavate con acqua tiepida ed un po’ di sapone per le mani, sconsiglio il sapone per i piatti, che avendo una maggiore forza sgrassante può togliere lucentezza e favorire una precoce ossidazione. Quindi risciacquare bene aiutandosi con lo spazzolino per filettature ed incisioni.
  3. Asciugare bene prima con la carta assorbente, successivamente con un panno morbido di cotone, se possibile mettere al sole le parti (ad esempio corpo del tubo) per essere certi che non restino tracce di umidità.
  4. Applicare dove necessario lubrificanti a base di silicone o vasellina (ad esempio parti interne dei tasti o sugli o-ring).

Rimuovere le bruciature da archi voltaici:

  1. In caso di bruciature causate dagli archi voltaici che in alcuni casi creano veri e propri riporti di materiale o “saldature” procurarsi una paglietta di acciaio a grana fine e delicatamente andare a ripulire i punti in cui sono visibili i segni, lucidando la zona fintanto se non sentiamo ritornale liscia la superficie. Questa operazione va fatta prima della pulizia con il prodotto specifico.

334-large_default.jpg.b3f992a0fd9c2c1003bc5c69c16cae53.jpg.df9a5b4bccd9e2f4f9c4222909a2f8cf.jpg

Pulizia dell’acciaio da Sporco e Ossidazione:

L’Acciaio solitamente non ossida, comunque tende a opacizzarsi e se di bassa qualità può anche presentare segni di ruggine. Per pulirlo e renderlo nuovamente brillante possiamo utilizzare i prodotti specifici per l’acciaio inossidabile aiutandoci con una spugnetta da cucina. Rimosso lo sporco, possiamo lavarlo con il sapone per i piatti e poi asciugarlo bene con carta assorbente e un panno di cotone morbido. Differentemente da altri metalli, l’acciaio se pulito correttamente non necessita di accorgimenti particolari.

Attenzione: Argento, rame e ottone e acciaio non devono essere puliti con alcuni prodotti quali:

  1. Alcool: evaporando crea il cosiddetto effetto frosted, L'evaporazione dell'alcool la formazione di un sottile strato di condensa dell'umidità presente nell'aria, accelerando nuovamente i fenomeni ossidativi. Inoltre toglie la lucentezza al metallo appena pulito. 
  2. Prodotti Spray: tutti i detergenti spray tipo sgrassatori nella composizione contengono degli agenti particolarmente aggressivi che posso non solo ossidare nuovamente i metalli, ma addirittura danneggiare eventuali decorazioni colorate.
  3. Acidi: assolutamente da evitare su qualsiasi metallo, in alcuni casi possono danneggiare, macchiando o corrodendo in maniera irreversibile le parti metalliche o eventuali componenti in materiale plastico.

L'eventuale lubrificazione di molle, parti dei tasti, o-ring può essere fatta con silicone spray oppure vasellina in pasta. Evitare di utilizzare lubrificanti sintetici tipo svitol o altri oli lubrificanti, perché oltre ad essere tossici, hanno un'azione corrosiva ed ossidante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...