Jump to content

Renata1

Member
  • Content Count

    58
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

233 Neutrale

2 Followers

About Renata1

  • Birthday 10/08/2019

Recent Profile Visitors

288 profile views
  1. Salve 15 medici o operatori della salute. L'iniziativa dei cittadini europei, che pochi sanno spiegare per motivare una forma, è sostenuta1 associazione di vaper italia i, 1 associazioni di lotta al fumo, 1 ricercatore, 3 se non sbaglio operatori del vaping.In Italia sono circa milione i vaper, decine le aziende procuttrice di aromi, migliaia i negoziati altrettanti i medici favorevoli allo svapo di pazienti affetti da cancro, cardiopatie e malattie correlate al fumo, più tutti i saltimbanchi di YouTube; eppure solo 15 medici ecc. sommessamente sostengono la ecig. Non è, secondo me, solo una questione di corruzione da parte delle Big: è una questione culturale, è il nostro sistema che funziona anche in questo campo in maniera italiana. Il medico Tizio ha paura di quel che potrebbe succedere; il giornalista Caio ha paura perché ha dato spaio al medico e poi è successo ecc. Un utente in un altro forum ha avuto l'impressione che il medico da cui era visitato si aspettasse un caso di disturbi da ecig; un altro ci ha raccontato che da tempo si sa dove vive, i ragazzi fanno pasticci con la ecig, e pasticci è un eufemismo. In un altro forum, subito dopo la Vicari si è fiondata una collaboratrice di un esponente politico a dirci come dovevamo fare per sostenere quel tipo che ci avrebbe aiutato; qualcuno tace anche per rifare lo stesso colpaccio al momento giusto. Molti mi dicono che l'ambiente del vaping è sempre stato così. Non lo so, ascolto, però cominci a credere che sia vero. Cosa fare? Dire le cose, non solo qui. Dirle alle persone della nostra vita che non leggeranno mai questo forum o altri. Non ci rimane altro che creare, e l'iniziativa dovesse fallire almeno avrà fatto pensare chi ha firmato, un clima culturale diverso. E ricordarsi di cosa succede oggi per capire dove sbatteremo la testa domani.
  2. Salve si prepara il terreno per la ecig in farmacia che questo Paese pronto a qualsiasi cosa per denaro coperto dal paravento consulenze, o uno stabilimento della Philipp Morris, o di qualche azienda farmaceutica che offra posti di lavoro, sarà il primo ad adottare. Lo svapo varrà anche molti soldi ma niente confronto al resto. Firmate Vaping is not Tobacco reagite prima che sia troppo tardi. Salvate il lavoro che già c'è grazie al vaping. Fidatevi di voi.
  3. Ciao @MaPe Ho sentito un caso simile con un'altra marca e un altro tabacco. Forse un errore di etichettatura o il fondo del contenitore in cui li estraggono o conservano fino all'Imbottigliamento. Spero tu possa fartelo cambiare.
  4. Scusate l'errore. l'aromatizzazione di Etrusco è dovuta a radice di genziana.
  5. Salve Azhad non ha bisogno di presentazioni. Aromi singoli, misture, aromatizzati, tabacchi rari, scomposti, in collaborazione con altre aziende, è ampia la produzione che ha fatto la storia degli estratti di tabacco, nonostante l'avvento di altre marche altrettanto valide. Latakia nella varietà cipriota è, a mio giudizio, l'estrazione migliore di questo tabacco. Presenta le classiche note incensate, affumicate e dolci in un equilibrio perfetto dovuto all'alta qualità della materia e alla tecnica di estrazione. Sembra, in inspirazione, che tutte vengano chiamate in una sorta di appello ed in espirazione si liberino. Kentucky l'aroma è pieno, fumoso, legnoso e nel contempo delicato ma non nel senso di insipido. Uno dei pochi che apprezzo fuori dalle misture. Etrusco mix di kentucky toscano e radice di genziana è l'aroma che ho sempre desiderato per le mie basi di sola VG: legnoso, secco e amaro, sempre, sia in espirazione che inspirazione. Con una appena percebile dose di latakia speziato e affumicato l'arome raggiunge, per i miei gusti, la perfezione. Umami puah! Sarà poco serio descrivere così ma sintetizza cosa penso di questo aroma; in ogni modo un latakia in primo piano accoglie il sentore marino, per usare un eufemismo, salato, arrostito dell'alga usata per rendergli una sfumatura direi unica nel panorama degli aromi, con infine il compito di ammorbidire il tutto affidato al Burley. Forse a causa del solo VG nelle mie basi, l'aroma è stato intollerabile per me. Provata la correzione con liquirizia, l'alga se n'è bellamente infischiata ed emergeva su tutto, persino sul latakia. RY4 un acquisto dettato dalla pura curiosità di come Azhad avrebbe sviluppato questo celebre mix generalmente in versione sintetica. Non male direi, anche in sola VG. Black Cavendish che incontra la liquirizia con ancora il caramello e la vaniglia. In inspirazione si avverte limpido il black cavendish e la vaniglia, mentre in espirazione è possibile identificare anche la liquirizia, tuttavia nell'aroma emergono soprattutto black cavendish, il che è un bene, e liquirizia così il blend lo si può dire ben orientato alla componente tabaccosa. Sobranie una miscela balcanica nella versione Azhad, un 759 dice la descrizione, comunque sia un'equilibrata espressione di tabacchi e spezie, stabile sia in inspirazione che espirazione, adatta a basi di solo VG. Latakia e Orientali sono equilibrati nelle percezioni che si hanno. L'aroma è pulito da un eccesso di dolcezza. East Orange anche questa una curiosità perché la presenza di Izmir mi faceva temere per il risultato con solo VG. E invece sono stata smentita. L'arancia che ne costituisce l'aromatizzazione non è quella tipo Fanta, bensì un'arancia amara messa in equilibrio dalle sfumature speziate, dolci ma non stucchevoli del tabacco. Black Latakia della linea Black in Black. Il Latakia: assoluto, forte, imponente, amaro, affumicato e fumoso; se cercate un Latakia diverso da come l'ho descritto, questo aroma non fa per voi. Ottenuto da 4 varietà di Latakia, lo adoro. Una piccola nota su questo prodotto che si presenta in chubby con 20ml di concentrato in PG: ahi! Se dovete controllare il PG, vi sconsiglio di usarlo; se invece dovete usarlo a bassi dosi, allora versandolo in un altro contenitore e aggiungendo la vostra base di acqua e VG potreste farcela a tollerarlo. Io sono riuscita, data l'intensità dell'aroma ad arrivare a 80ml; ma è un azzardo che vi consiglio di tentare solo se sicuri dato il costo dell'aroma.
  6. Grazie @Dodi75 indispensabile da sapere prima di usarli. Sono stati inventati per la Juul che negli Stati Uniti ha fatto una campagna pubblicitaria mirata ai ragazzini per la quale, fra l'altro, si è scusata. Diciamo che qualche motivo i genitori statunitensi per essere inquieti, usando un eufemismo, l'hanno. E poi ne prendiamo di mezzo tutti, a paranza. Vero @SB68 Ciao
  7. Salve Questa azienda italiana produttori di aromi realizza cremosi, fruttati, tabaccosi sintetici ,che ha già recensito @Il_Puma , e organici di tabacco oltreché scomposti e liquidi pronti. Come sono i tabacchi organici? Non sentirete alcunché che abbia a che fare con Vapor Cave o Azhad o il vostro preferito; sentirete uno spettro di sfumature del tabacco certamente minore ma non spiacevole e comunque accettabile se si ricerca un compromesso fra intensità aromatica e durata della coil. Consapevoli di ciò, posso dire che gli aromi non sono male e riescono effettivamente a non sporcare come altri organici, sempreché abbiate dosato in leggerezza l’aroma perché, complice l’alta dose di VG, potreste comunque non notare alcun risultato eclatante. Quello che più mi è piaciuto, è stato New York, perché dove leggo latakia io ci trovo sempre qualcosa di buono. È un aroma secco e leggero che sta bene anche in basi di sola VG. Un mix di burley bianco e latakia che si può benissimo svapare tutto il giorno. Il burley bianco, che si distingue dagli altri per essere meno pungente, più morbido e senza retrogusto amaro, al mio palato risulta leggero e secco, fumoso solo grazie al latakia che acquista più nerbo se espirato dal naso. Saraqusa: Kentucky canadese e affumicato latakia... va bè, sì, forse; comunque buono, secco e non dolce, svapabile per tutto il giorno. Londra dovrebbe essere una mistura inglese costituita da Latakia turco, Perique e Virginia; sulla carta lo è e anche con un po’ di tolleranza quando lo si svapa. Risulta una miscela inglese leggera ma non anonima, si riconosce il latakia senza turco perché mi sfugge cosa vogliano indicare di speciale, il classico Virginia che talvolta scompare dalle mie percezioni, ma non ne faccio una questione perché l’assenza non mi pesa. Perique per me quasi non pervenuto. In base di sola VG ci sono aromi dello stesso produttore che rendono molto meglio. Noce. Secondo me il più riuscito. L’aromatizzazione lo rende secco, secchissimo dove la noce si identifica chiaramente a differenza del tabacco. Sambuca. Un aroma secco in un mix di tabacchi non specificati. Per merito della secchezza, come il Noce, molto indicato in basi di sola VG. Nel periodo estivo ho provato anche Ficurinia Ghiacciato, fico d’india, papaya e lime, molto simile allo Shinoby; personalmente preferisco questo perché l’additivo ghiaccio è più sottile e discreto. Molto bene in solo VG come per altro prevedibile. Sicilia ghiacciata, fico d’india e mandarino che stranamente non mi ha dato alcun disturbo; l’effetto ghiaccio è anche qui piacevole, non irritante del palato e apprezzabile soprattutto in espirazione.
  8. Salve 4 anni senza fumo. 4 anni di svapo. Mai nessuna variazione delle analisi cui mi sottopongo regolarmente, anzi smettere di fumare ha riportato nella norma i valori dei leucociti. Non sarò certo la sola. Sarà ora che qualcuno di influente e capace cominci a scrivere dei miglioramenti alla salute apportati dallo smettere di fumare e dei peggioramenti che lo svapo ha evitato e non causato. Non basta solo opporsi. Vorrei riportare queste parole che dovrebbero essere di monito, espresse da John Britton direttore dello UK Centre for Tobacco and Alcohol Studies dell'Università di Nottinghan "Chi si appella al principio di precauzione come giustificazione per proibire la sigaretta elettronica o sconsigliarla, ignora il fatto che, per la maggior parte degli utilizzatori, l'alternativa è la morte prematura causata dal fumo. Il fumo uccide. E uccide anche negare ai fumatori le opportunità per smettere."
  9. Tre65 Privè dovrebbe essere un mix di tabacchi sviluppato in ogni più piccola sfumatura, con una nota particolare. Mah. È, a mio giudizio, un aroma molto sintetico, certamente originale in quanto almeno io non ricordo di aver sentito qualcosa di simile, secco quindi adatto al solo VG, una tipica creazione Supreme che qualche volta come dice @Lara lascia dei dubbi, qui piuttosto fondati per un eccesso di voler stupire e distinguersi. Sarebbe bastato trattenersi un pò. Si percepiscono questi tabacchi ispirati al Virginia che certo non quello organico cui sono abituata, un sottofondo di frutta tropicale che non riesco a identificare: banana, ananas...chi può dirlo? Lo consiglio solo se siete amanti delle produzioni Supreme.
  10. Ciao @Lara no non penso di smettere di svapare a meno che non debba. Ho fumato per 35 anni di tutto e in ogni luogo, a parte in chiesa e ospedale: impensabile per me non avere qualcosa da fumare, svapare quando lavoro al computer o mi prendo una pausa, dopo il caffè e il pranzo, perché l'ho fatto per quasi tutta la vita. È parte dei miei gesti quotidiani come dare un'occhiata allo smartphone, sfogliare il giornale. Quattro anni fa ho iniziato a smettere e neanche dopo un mese ho dovuto rinunciare alla nicotina. Fa niente, mi sono detta, ce la farò lo stesso. Ora svapo solo a 0. Tutti mi dicono che non ha senso: dicano quel che vogliono; per loro non ha senso, per me l'ha. Credo che tutto stia lì, nel non ha senso, che è poi la ragione del tuo 1% che non vuoi togliere, perché non avrebbe senso, appunto a 0 nicotina. E invece ce l'ha. Se sia un vizio, non me lo chiedo. A rigor di logica lo è. Ma allora è un vizio anche bere coca cola light per non ingrassare ecc. I vizi intesi come coazione fanno parte della nostra natura umana. Nel parlare popolare infatti si dice: ehh ha il vizio di fare così anche quando nell'azione in sé non c'è alcunché di deleterio.
  11. Bravissima @Lara grazie una guida base che ci voleva davvero: ordinata e chiara
  12. Mi posso pronunciare solo sulla linea Air, perché l’altra il cui acquisto non segue i canali consueti della vendita online, non ho mai avuto modo di provarla; troppe complicazioni per i miei gusti. Spero che chi invece ne abbia esperienza, voglia integrare il questi appunti con le sue opinioni. Con Vapor Cave e Azhad è cominciata la mia avventura con gli aromi organici, e quindi è più che possibile per una sorta di nostalgia, ciò traspaia da ciò che scriverò. E con Syrian Soul è sbocciata la mia passione per il Latakia che qui è presente in quattro varietà di cui io riesco a dare il nome solo a due considerate le mie lacune sulla conoscenza dei tabacchi e delle loro varietà. L’aroma, anzi tutti gli aromi VC, si distinguono per l’indifferibile necessità di una lunga maturazione che è ottimale dopo 9 nove mesi e oltre, e appena accettabile dopo 3 mesi; regole temporali che fanno sempre esclamare gli altri miei amici vaper. Ma è così: questi aromi sembrano seguire la vita di un essere umano, pare quindi che troppo giovani ancora debbano imparare chi sono, maturando un po’ acquistino coraggio di mostrarsi e nel pieno della maturità non abbiano più insicurezze su chi sono e cosa sanno fare e, senza arroganza, ma quasi compiaciuti manifestino le loro qualità. Questo aroma all’inizio sembra essere tutti e nessuno dei quattro Latakia ed esprimono solo una nota petrolata, fastidiosa anche per me che adoro il Latakia. Con passare del tempo l’aroma si svolge come un nastro nel vapore espirato, soprattutto dal naso. Maturo, come se fossero un coro, alcune note sembrano accompagnare il timbro potente dei due Latakia che riesco a riconoscere. Indicato sì in basi di sola VG perché una venatura dolce che pure c’è, si lascia trasportare da tutti gli altri sentori d’Oriente, di capanne piene di fumo, di campi di tabacco spazzati dal vento caldo. Insuperabile. Eastwood la mia preferita: Kentucky con Brenta e Latakia Siriano: cosa volere di più? Molto poco da dire: la più analogica, fumosa, terrosa e forte. Più che accettabile in solo VG. Kent Kentucky canadese della categoria fire cured ovvero seccato con il fumo di legna scelta per donargli un aroma particolare e un colore molto scuro; qui è miscelato a Burley Rosso, che appartiene alla categoria air cured ovvero seccati all’aria aperta al riparo dal sole, non riesce nonostante la secchezza intrinseca al tabacco a stemperare una certa dolcezza dell’aroma. Nessun sentore legnoso del tipo Kentucky italiano. Si salva in basi di sola VG solo per la principale presenza del Canadese che si porta con sé note amare di cuoio, altrimenti come l’aroma Burley sarebbe improponibile. Burley cui l’aromatiere ha spento buona parte della secchezza, facendone un aroma tendente al dolce, quasi cremoso, leggero. Personalmente lo trovo stancante, e non sono capace di risolvere questa sensazione di noia né cambiando atom, né rigenerazione o altro. Spirit miscela inglese fumosa e molto equilibrata sulle componenti di virginia, latakia e burley: ci sta nella basi di sola VG decisamente bene. Rem miscela di tabacchi scuri orientali che si distinguono per la secchezza dell’aroma, è infatti una miscela fumosa, in espirazione molto simile alla sigaretta. Perfetta anche in basi di solo VG. Rory miscela di quattro tipi di Virginia che riconoscere tutti per me rimane un mistero glorioso, comunque sia una nota pericata spegne la dolcezza pur elegante di questo aroma che consigliare in basi di sola VG è un azzardo. Più giusto è dire: provate. Sultan un aroma complesso, un’opera d’arte dell’aromatiere che ha miscelato gusti e percezioni da tabacchi orientali a un che, quasi nulla, di vaniglia che potrebbe piacervi in basi di sola VG. Personalmente, l’ho svapato fino alla fine del flacone, per principio, ma mai più acquistato; però l’aroma in basi standard deve essere spettacolare. Virgin Queen per i miei gusti e le mie preferenze un acquisto sbagliato, tuttavia l’aroma merita attenzione. 4 varietà di Virginia per 4 espressioni altissime delle caratteristiche erbose e dolci del Virginia. In basi di sola VG lo sconsiglio almeno che non siate appassionati di Virginia; in basi standard e amando il Virginia, l’aroma è notevole.
  13. ...quando decidi che basta ferraglia perché puoi svapare tu e tutta la tua discendenza per 100 anni: ho deciso mi dedico agli aromi! Ma a fine anno sono quasi 7 litri di base aromatizzata pronta che prima o poi scadrà. Ok basta aromi e nel frattempo sono usciti nuovi atom e box. Basta razionalizziamo: si svapa per smettere di fumare. Ma ho smesso di fumare, quindi poi si svapa per vizio. Basta: bisogna smettere anche lo svapo. Ma vuoi rinunciare a un così bel piacere di rilassarsi e degustare mille sapori. Ma per cosa poi? La coerenza, ovvio. Eh va bé ho pur smesso di fumare.
  14. Mmh mi pare di sentirmi. Risultato 7 litri di aromi diluiti pronti da svapare. Ahi dovrò svapare anche quando non ne avrò più voglia.
  15. Sì @Il_Puma La mia vecchia mini così consuma anche senza usarla.
×
×
  • Create New...