Jump to content

Renata1

Senior User
  • Content Count

    224
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

957 Buona

2 Followers

About Renata1

  • Birthday 10/08/2019

Recent Profile Visitors

1,490 profile views
  1. Nuovo nato per vaper che prediligono il tiro di guancia Wotofo COG mtl rta Aprendo il link potrete avere maggiori informazioni sull'airflow innovativo
  2. Ciao @il nano tremotino mi viene in mente il Limit che carica testine Aspire e Vaptio cosmo. Non l'ho ma l'ho provato e direi che non è niente male: bel tiro, buon drip tip, la resa dipende dalle testine che sceglierai. Quando ti ritornerà la voglia di rigenerare, lo potrai usare a quel modo.
  3. Grazie @franzokun qualcosa comunque ho dedotto dal paragone fra Grace e Ira.
  4. Salve di questa azienda svizzera esistono aromi concentrati e scomposti, per ora ho avuto modo di provare solo due scomposti che arrivano in una bella quanto inutile scatola di cartone con le alpi in rilievo, un foglietto illustrativo di tutte le presentazioni a ora prodotte. La grafica è di Vaping Gentleman Club e ahimè viene il sospetto, benché anche l'occhio voglia la sua parte, che tutta la scenografia delle Alpi e cittadine svizzere in rilievo poteva essere risparmiata per abbassare il prezzo dello scomposto, poiché non ci svapiamo il cartone e nell'arco di 30 secondi era nella differenziata. La resa dei componenti è molto verosimile almeno per quanto riguarda mela e rabarbaro, del tabacco direi di sì benché non abbia molta esperienza dello stesso. Trial composto da tabacco Java e rabarbaro e polpa di mele, maturato 72 ore e testato su Kronos KA1 0.30 Ø 2.5 ῼ 1.12 in inspirazione si percepisce il tabacco Java e la dolcezza delle mele che in espirazione si spegne nell'amaro del rabarbaro. L'aroma è leggiadro, molto piacevole nel dopopranzo; secondo me si potrebbe allungare di ancora 10ml senza affievolire la resa che molto intensa. Amo molto il rabarbaro nei tè e nelle marmellate, perciò l'aroma mi è piaciuto molto come novità ai miei soliti aromi e sapori. Bivouac composto da Latakia e ribes nero, stessa configurazioni precedente. Se questo è il latakia che produce CV ne voglio un barile perché è un latakia elegante, pulito, equilibrato nelle sue sfumature. Il latakia è il primo che si avverte in inspirazione fra appena accennate sfumature di ribes che in espirazione si accompagnano alle caratteristiche note del latakia, asprigne, appena lievemente che rimangono sul palato misuratamente dolci, sobriamente affumicate, discretamente incensate ma precisamente equilibrate; e per non sembrare la brutta copia di Cettola Qualunque la finisco qui con gli avverbi. Facile prevedere che lo scomposto sarà d'ora in poi sempre fra i miei preferiti. Resa degli aromi assolutamente verosimile. Rapporto prezzo-qualità alto ma, come detto nell'introduzione, si poteva moderare risparmiando sull'inutile scenografia.
  5. Grazie del suggerimento @franzokun. Esito a prendere Garrison per timore dia troppo dolce nelle mie basi, vorrei percio chiederti se hai avuto modo di provarlo in alto VG?
  6. Ciao @il nano tremotino il mio Arvensis ha una settimana: è sempre secca, un po' meno pungente e si è arricchita di sfumature. Sul palato, come confermi, lascia sempre una freschezza naturale. Aspetto la consegna, poi farò un mix Arvensis BF e Liquirizia Azhad, 50/50 la proporzione di aroma; vi farò sapere.
  7. Salve a mio giudizio, del tutto personale, le tabaccherie aperte e i negozi di svapo no, non sono diverse dalle mascherine a 60 euro e i gel a 35; poco carino da leggere? Pazienza, è una speculazione nella disgrazia: questo è. Come detto nell'articolo, il rischio è che soprattutto i vaper nuovi riprendano a fumare, e soprattutto se vivono nei piccoli paesi e hanno timore degli acquisti online. Per altro, oggi nella mia città il negozio di informatica è aperto e anche la profumeria, ma quello di svapo no, eppure quello di svapo vende prodotti e componenti, certo non informatici, ma elettronici e per un vaper indispensabili al di là del liquido nicotinato. Che dire? Certi individui, organizzazioni, poteri non si smentiscono mai. Peccato per tutti.
  8. Ciao @il nano tremotino le mie avevano qualche giorno e avranno una notevole età in quanto, avendo tanti aromi da ruotare, staranno a riposo a lungo, così potrò scrivervi della stabilità dell'aroma e di come cambia, se cambiasse.
  9. Menta Arvensis di Blendfeel. La menta, finalmente. Una menta secca dalle mille sfumature. Forte dipende da quanto la diluite: 5% o 10 così come consigliato dal produrre. Provata in Hastur MTL 0.32 Ø 2.5 con basi Blendfeel ad alto VG diluizione 1/10ml, è in espirazione che si svolgono tutte le sfumature di una menta che è menta, e non le caramelline ecc. Lascia sul palato una freschezza naturale, senza alcun sentire di artefatto, di chimico. Menta Balsamica di Blendfeel. La vera menta con l'eucalipto o a qualcosa di simile che rende lo stesso effetto balsamico. Provato nella medesima configurazione precedente è davvero soddisfacente senza alcun effetto pastiglietta per la gola o collutorio. Eccellente.
  10. Salve tempo fa lessi un post di @Euler in cui scrisse di aggiungere del Pepe Nero FA ai tabacchi per dare loro una sferzata di corposità. Svapando a 0 nicotina da tempo adopero il Flash di FA a dosaggi molto moderati, quindi ho voluto provare il Pepe. L'ho messo in un autoestratto di Toscano e Latakia nella quantità di 5 gocce e lo sto svapando da un po' con molta soddisfazione. Dona al liquido, soprattutto in inspirazione note di testa che nello svapo non possono essere piccanti ma sono molto definite, danno carattere all'aroma addolcito dal VG, e lasciano in espirazione un sapore leggermente amaro, beneficio non trascurabile per chi usa basi a solo VG. Vi consiglio di provare e vi allego una tabella dei dosaggi FA su 10 ml: 2 % 5 gocce 3 % 8 " 4 % 10 " 5 % 15 " 55 gocce dei flaconi FA corrispondo a 1 ml
  11. Salve ancora una nota: c'è un ritorno di liquido cotto nel serbatoio che si nota chiaramente con Alfie in quanto appena messo è limpido. Il colore si altera dopo circa 3 ml vaporizzati. La coil invece, essendo Alfie sintetico, non ha residui caramellati e si potrebbe usare ancora, infatti non la cambio, ma cambio il liquido il che nel caso di liquido nicotinati o costosi non è affatto conveniente perché ne butterò poco meno di 2 ml. Se non si tratta propriamente di liquido cotto, si tratta di una sostanza aromatizzante che riscaldata assume un colore rosaceo e ritorna, per un evidente difetto di progettazione, nel serbatoio.
  12. Ciao @il nano tremotino grazie della pronta presenza. ho provato una rigenerazione in ribbon 0.50 su 2.5 coil 1.25 e noto che il calore si modera, non ci sono schizzi. Per la condensa dovrei aspettare un po'. L'aroma è quel che rimane di Alfie ed è sempre secco e direi più equilibrato.
  13. Alfie provato nel TAE con campana tonda come indicatomi da @franzokun...che dire? Un altro aroma magnifico di questo produttore che riesce a rendere un equilibrio di gusti davvero sorprendete. Costituito da tabacco, prugna e rhum nel TAE l'aroma ha potuto esprimersi in tutto il suo equilibrio, senza differenza fra inspirazione ed espirazione; nel più modesto Brunhilde il rhum latitava un po' ed era più percepibile in espirazione. Difficile classificarlo: tabaccoso? Fruttato? Cremoso? Aromatizzato? Secondo me, un'altra cosa da tutti gli altri aromi che ho indicato: un unicum di gusti e sfumature del tutto originale. Verisimiglianza dei sapori assoluta. Convenienza non proprio eccelsa ma il suo valore vale la spesa.
  14. Salve premesso che questa non è una recensione e nemmeno un invito all'uso o acquisto da parte di soggetti minorenni cui lo svapo e i suoi prodotti sono assolutamente vietati, e che il prodotto è stato regolarmente acquistato, vorrei annotare la mia esperienza d'uso con questo atom ad alimentazione con rope. Non mi pronuncerò sull'estetica che è soggettiva – a me piace – pongo l'attenzione sulla dotazione del prodotto e osservo che è davvero notevole e che comprende oltre al solito cacciavite a T: air pin a partire da 0,9 fino a 2,5, cotone, rope di ricambio, vetrino e drip tip più lungo di quello installato con dissipatore di calore; per altro quello che ho usato. L'atom è stato rigenerato con KA1 0,30 Ø 2,5 per 1,29 provato con Alfie K Flavour foro sotto coil da 1,8 per evitare gorgolii dovuti alla condensa, aria parzializzata fino a una sola virgola aperta. In queste condizioni d'uso non si ottiene un mtl paragonabile, per esempio, allo Spica ecc. ma un tiro mtl moderno ossia molto arioso. L'Alfie l'avevo dapprima provato nel TAE che ne aveva fatto uno spettacolo, qui la resa è migliore che sulla media degli atom commerciali, secca, tendente al calore, emergono la prugna innanzitutto e il tabacco, il rhum appare in secondo piano. Semplicissimo da rigenerare, nessun sapore di acciaio, non perdite. Come prevedibile, tiri ravvicinati lo portano a scaldarsi abbastanza e la condensa è effettivamente minore ma non assente; diciamo che potete aspettare il prossimo refil per asciugare soffiarla via. Ero curiosa di provare questo tipo di alimentazione con rope, e mi sono tolta la curiosità: qui è veramente copiosa anche con le mie basi ad alto VG; e ci vuole un po' di applicazione e pazienza per gestirla, ma non è impossibile e, a mio modesto parere, non compromette la validità di un atom tutto sommato buono.
×
×
  • Create New...